Dieci anni di patente a punti, quasi dimezzati i morti sulle strade

patente

Morti sulle strade: -42% in dieci anni

I decessi causati da sinistri stradali in un decennio sono scesi del 42,4%, in linea con la media europea. Gli incidenti nel 2003 sono stati 231.740, 6.065 morti e oltre 327mila i feriti.

Alla fine del 2012 sono stati registrati 205.638 sinistri con 292.019 feriti e 3860 decessi.

Il sistema a punti ha funzionato veramente?

All’inizio il connubio fra sistema sanzionatorio a punti e pecuniario ha funzionato a dovere, mentre con il passare del tempo la funzionalità è diminuita. Spesso l’identità del conducente non viene svelata, quando non contestata immediatamente, così che la decurtazione si trasforma in sanzione amministrativa.

Droga, alcol e velocità i problemi da sconfiggere

Le infrazioni in cima alla lista dei punti decurtati sono guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti e l’eccesso di velocità, tutte punite con “taglio” di 10 punti a meno che non intervenga la sospensione o il ritiro della patente.

Meglio al sud e meglio le donne

Gli automobilisti del Trentino Alto Adige sono i più indisciplinati con l’8,6% dei patentati che ha ricevuto una decurtazione. In Sicilia sono solo il 4,3%. La maglia nera dei punti “tagliati” spetta agli uomini con il 6,7% contro il 5,7 delle donne.

Come verificare punti e decurtazioni

È possibile controllare i punti a disposizione registrandosi online al Portale dell’Automobilista oppure chiamando il numero 848-782782 (costo chiamata urbana). Per conoscere le violazioni che possono far perdere punti basta visitare il sito della polizia stradale.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Dieci anni di patente a punti, quasi dimezzati i morti sulle strade