Dopo sei mesi torna la fiducia nel settore immobiliare

Casa

Non siamo ancora alla ripresa del settore immobiliare, ma nel primo trimestre del 2012 cresce la fiducia degli italiani, con la propensione all’acquisto che fa registrare il +4 punti e raggiunge il 49%. Il dato, fornito dall’osservatorio di Immobiliare.it, descrive un panorama di cauto ottimismo, dopo sei mesi in cui la propensione all’acquisto si era assestata al 45%, contro il 54% del luglio 2011.

Con la rinnovata fiducia di inizio 2012, si riduce il numero di persone che rimandano gli investimenti immobiliari al prossimo anno (18,3% contro 21,7%), così come scende anche la quota di coloro che non ritengono questo il momento giusto per comprare (18,6%, contro 21%). L’analisi esprime maggiore fiducia anche in fatto di vendite: il 69% ritiene non sia un momento giusto per vendere (71% a gennaio), mentre stabile, rispetto a sei mesi fa, è la percentuale di chi vuole attendere almeno un anno per la vendita.

E i prezzi delle case? La maggiore fiducia nel settore immobiliare si traduce in un drastico calo della percentuale di persone che credono ad un calo dei prezzi: dal 47,4% si è passati al 39,3%. Diffusa, quindi, è l’ipotesi di una stabilità per i prezzi delle case. Come sempre, però, non mancano differenze a livello territoriale: Emilia Romagna e Toscana superano l’Umbria in quanto a percezione positiva del settore, mentre il trend opposto lo si registra in Sardegna.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Dopo sei mesi torna la fiducia nel settore immobiliare