Dopo Uars arriva Rosat: rischio frammenti dal cielo tra il 21 e il 25 ottobre

Il satellite Rosat

Il Rosat ha terminato la propria missione nello spazio e, dopo ben 21 anni dal lancio, si appresta a fare il suo rientro nell’atmosfera terrestre, previsto tra venerdì 21 e martedì 25 ottobre. Come per Uars, il rischio consiste nella possibile formazione di detriti al momento dell’impatto con l’atmosfera e che questi finiscano in zone abitate.

Secondo la Dlr, l’agenzia spaziale tedesca che gestisce il rientro di Rosat, la caduta di frammenti del satellite sulla Terra appare più che probabile, considerata l’elevata resistenza alle alte temperature dei materiali utilizzati per il dispositivo. Le prime stime di Dlr parlano di circa 30 detriti, tra cui quelli appartenenti al grande specchio da 1,7 tonnellate, pronti a cadere all’interno di un raggio di 80 chilometri.

Gli scienziati cercheranno ovviamente di “indovinare” il luogo del rientro di Rosat, anche se l’esperienza di Uars ci ha mostrato tutte le difficoltà degli esperti nel gestire questo tipo di situazioni, soggette a variabili spesso incalcolabili. Va inoltre detto che il telescopio spaziale non dispone di un proprio sistema di propulsione e, per questo motivo, gli scienziati non potranno “guidarlo” nel suo viaggio verso l’atmosfera. Ulteriori informazioni sulla data precisa del contatto con l’atmosfera e sull’area interessata dall’eventuale caduta di frammenti verranno diffuse solo nelle ore che precederanno gli eventi.

A proposito di Rosat segnaliamo che si tratta di un satellite lanciato, attraverso un razzo Delta II, il 1º giugno 1990 da Cape Canaveral. Il ROentgen SATellite, o ROentgen SATellite, prende il suo nome da quello dell’inventore dei raggi X, il tedesco Wilhelm Röntgen, in quanto il suo compito consisteva nel setacciare l’universo in queste bande spettrali. In funzione per ben 8 anni, contro l’anno e mezzo inizialmente previsto, il Rosat ha un peso di ben 2400 chilogrammi.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Dopo Uars arriva Rosat: rischio frammenti dal cielo tra il 21 e il 25 ottobre