Effetti del clima: l’ulivo ‘migra’ verso le Alpi e il pomodoro in Pianura Padana

Olive

Recenti studi del Cnr hanno evidenziato che il caldo di questi giorni non figlio di un semplice cambiamento nella variabilità climatica, ma di “uno spostamento delle temperature giornaliere verso valori più elevati”. Si parla, infatti, di un aumento di 1,5 gradi di temperatura, registrato in Europa negli ultimi cinquant’anni.

Si tratta dunque di aumenti “sistematici” che stanno provocando un effetto alquanto particolare: la migrazione dei prodotti tipici verso Nord. Secondo la Coldiretti, infatti, i dati parlano di un significativo spostamento della zona di coltivazione tradizionale di alcune colture come l’ulivo, arrivato quasi a ridosso delle Alpi. Lo stesso vale per il pomodoro e il grano duro per la pasta, oggi molto presenti nella Pianura Padana. E all’estero la situazione non è molto diversa: lo champagne è arrivato nel Sud dell’Inghilterra. Sempre per la Coldiretti, il cambio della temperatura lo si avverte anche con effetti sulla stagionatura di salumi, sull’affinamento dei formaggi o l’invecchiamento dei vini.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Effetti del clima: l’ulivo ‘migra’ verso le Alpi e il pomodoro in Pianura Padana