L’estate 2011 è stata la 19esima più calda degli ultimi due secoli

Sole

Finalmente possiamo rifiatare, ma quello che abbiamo appena superato è stato uno dei mesi di agosto più caldi e asciutti dal 1800 a oggi.

“È stata rilevata una anomalia di temperatura, rispetto alla media del periodo di riferimento 1971-2000, di +1.4 gradi – spiega Michele Brunetti, ricercatore dell’Isac-Cnr -, che pone il mese appena trascorso al decimo posto degli ultimi 200 anni. Ancora più significativo il dato relativo alla precipitazione: con un meno 73% rispetto alla media, l’agosto 2011 si attesta all’ottavo posto tra i mesi più asciutti dal 1800 a oggi”.

Proprio l’agosto caldissimo ha contribuito alla scalata dell’estate 2011 nella classifica di quelle più calde mai registrate, dopo un giugno che è stato il 20° più caldo dei due secoli e mediamente piovoso, e un luglio fresco e umido.

“Globalmente la media stagionale si è conclusa con un’anomalia di temperatura di +0.8 gradi rispetto al periodo di riferimento – prosegue Brunetti -, classificandosi come la diciannovesima estate più calda dal 1800 ad oggi. Il deficit di precipitazioni del 19%, invece, posiziona l’estate 2011 al 69° posto tra le più asciutte dal 1800 ad oggi”. C’è dunque da preoccuparsi? “Si tratta comunque di valori a cui siamo abituati nell’ultimo decennio”, rassicura Michele Brunetti.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > L’estate 2011 è stata la 19esima più calda degli ultimi due secoli