Giornata Mondiale dell’Acqua 2011: il 22 marzo si celebra il bene più prezioso

Giornata acqua

Tema del “World Water Day 2011” è “Acqua per le città – rispondere alla sfida urbana”, ovvero un invito a prendere in seria considerazione il problema della scarsità di acqua nel contesto di grandi città, sempre più affollate e spesso alle prese con un mix di problemi che spaziano dalla mancanza stessa della risorsa alla cattiva gestione della stessa, fino alle politiche inadeguate.

Centro dei lavori della Giornata Mondiale dell’Acqua è Cape Town, in Sudafrica, dove la veloce urbanizzazione si combina alle eterne domande del continente africano. “Abbiamo bisogno di certezze sul tema della sicurezza idrica – ha spiegato Joan Clos, sottosegretario generale delle Nazioni Unite – contro i problemi dell’inquinamento e del cambiamento climatico. Abbiamo bisogno di idee innovative e buone pratiche da attuare”.

Di acqua si parla anche nel volume State of the World 2011 “Nutrire il pianeta” del Worldwatch Institute di cui domani, a Roma, verrà presentata l’edizione italiana curata dal WWF Italia per Edizioni Ambiente: tra i tanti argomenti vengono illustrate anche una serie di innovazioni facilmente applicabili e a basso costo che consentirebbero agli agricoltori africani, ma anche a quelli del resto del mondo, di sfruttare al meglio la risorsa idrica, favorendo la produttività agricola e migliorando redditi e qualità della vita.

L’Africa infatti è una terra ricca di acqua, ma non facilmente accessibile per l’irrigazione convenzionale. Solo il 20% della pioggia alimenta fiumi, torrenti e falde acquifere, mentre l’altro 80% evapora o viene rilasciato dalle piante di nuovo nell’atmosfera. E solo il 4% della terra coltivata in Africa sub-sahariana è attrezzata per l’irrigazione, rispetto al 37% in Asia e al 18% nel resto del mondo. Ma attraverso metodi che vanno da semplici tecniche di raccolta tramite bacini artificiali o pozzi, a una gestione delle coltivazioni secondo i cicli dell’acqua che coinvolge le comunità locali in una gestione collettiva, sostenibile ed equa, si stanno già ottenendo notevoli risultati in molti dei Paesi africani più poveri, come Bangladesh, Kenya e Ruanda, con un aumento della resa dei campi fino al 100-120%, nel pieno rispetto dei suoli e degli equilibri ambientali.

Il volume verrà presentato a Roma, il 22 marzo dalle 9.30 presso la LUISS Guido Carli (Viale Romania 32).

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Giornata Mondiale dell’Acqua 2011: il 22 marzo si celebra il bene più prezioso