Giovani e mutui: tempi duri senza l’aiuto dei genitori

Mutui

I problemi derivanti dalla crisi economica che stiamo vivendo emergono con tutta la loro forza dall’ultima analisi del comparatore Mutui.it: “L’Italia non è un paese per giovani”, verrebbe da dire parafrasando il titolo di un noto film dei fratelli Coen e del romanzo di Cormac McCarthy da cui è tratto. Il motivo? I dati parlano chiaro, evidenziando che quasi un preventivo di mutuo su 4 proviene da giovani con meno di 30 anni che, soprattutto a causa del lavoro precario, trovano la strada in salita sulla via verso l’ambito finanziamento. Dal mese di luglio 2012 a gennaio 2013, infatti, i mutui erogati con un primo intestatario under 30 sono solo il 16% del totale.

Ed anche per chi è riuscito ad ottenere il finanziamento non è stato facile: i mutui mono-firma sono solo il 5,7% del totale, da coppie di giovani il 4,8% ed il resto grazie ad un garante o cointestatario adulto (spesso il genitore). In altre parole, il 37% dei giovani ha ottenuto il mutuo grazie a mamma e papà.
Poco importa, inoltre, se i giovani tendenzialmente non chiedano grosse cifre: la richiesta media è di valore inferiore rispetto a quella dei finanziamenti richiesti in Italia per l’acquisto della prima casa e di solito si aggira intorno al 70% del valore dell’immobile. Gli under 30 chiede alla banca circa 122.000 euro (150.000 euro a settembre 2011), preferendo il tasso variabile (49%) a quello fisso (34%).

Sempre dall’analisi, scopriamo poi che i giovani più attivi nella caccia al mutuo sono quelli residenti nel Nord-Est (Friuli Venezia Giulia e Veneto) e si siciliani, mentre i più “scoraggiati” vivono in Lombardia, Liguria e Lazio.

I motivi dei rifiuti da parte delle banche – spiega Lorenzo Bacca di Mutui.it – sono sempre gli stessi: la mancanza di contratti di lavoro stabili, l’assenza di un garante o un cointestatario valido e l’indisponibilità di un profilo creditizio affidabile. La conseguenza peggiore di questo stallo è aver privato un’intera generazione di quel ‘risparmio forzoso’ che è il mutuo, da sempre un punto di forza delle famiglie italiane”.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Giovani e mutui: tempi duri senza l’aiuto dei genitori