Il sostegno a distanza: quali criteri seguire per essere sicuri che il nostro aiuto vada a buon fine

sostegno a distanza_jugo.it

Il sostegno a distanza, nelle diverse tipologie che oggi conosciamo, si riferisce a un’azione solidale di natura economica nei confronti di singoli, intere  famiglie o piccole comunità che vivono situazioni di disagio economico, di precarietà sanitaria o di emarginazione sociale. Diffusosi in Europa e negli Usa all’indomani del secondo conflitto mondiale e del conseguente boom economico, in Italia oggi sono centinaia, tra Onlus e ONG, le associazioni che si occupano di veicolare il desiderio di solidarietà delle persone nella realizzazione di progetti di sostegno.

Tra le principali organizzazioni che si impegnano a gestire in modo trasparente il flusso degli aiuti che provengono dalla solidarietà di centinaia di migliaia di famiglie italiane, possiamo citare,  tra le principali ONG, la Comunità di Sant’EgidioActionAidSave the Children e Amref.  È molto più difficile invece discernere tra le numerosissime Onlus perché, negli anni, non sono mancate le truffe e l’effetto è stato quello di indebolire la fiducia dei cittadini.

La scelta, dunque, cade spesso sulle ONG, anche se le ingenti spese di gestione decurtano parte dei fondi da destinare ai progetti. E se per questo ci si volesse indirizzare a una Onlus? Cosa verificare per stare tranquilli? Di chi diffidare?

Innanzitutto evitare di offrire denaro a persone che si qualificano come operatori della solidarietà  mostrando tesserini identificativi. Una Onlus ha una sede e solo lì, o attraverso gli strumenti tracciabili di pagamento, raccoglie i fondi.

Una certa affidabilità la garantiscono generalmente quelle associazioni che si appoggiano alle parrocchie. Le parrocchie, infatti, prima di ospitare iniziative benefiche, fanno le dovute verifiche proprio per proteggere la loro stessa credibilità. Un esempio lo troviamo nell’Associazione Seconda Linea Missionaria, che dal 1968 è inserita nel contesto della parrocchia romana diS.Monica.

In internet, inoltre, esistono siti che che censiscono le Onlus per categoria. Relativamente al Sostegno a distanza, un monitoraggio approfondito lo ha effettuato l’Associazione La Gabianella.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Il sostegno a distanza: quali criteri seguire per essere sicuri che il nostro aiuto vada a buon fine