In Inghilterra Dio si prega Wi-Fi. In chiesa con il tablet per seguire gli ipertesti liturgici

chiesa evangelista_jugo.it

C’erano una volta le Tavole dei dieci Comandamenti, scolpite con il fuoco nella pesante roccia del monte Sinai. Adesso però i cristiani della terra d’Albione, aggravati dalla crescente fatica degli anni, provano a confrontarsi con le ben più comode e leggere “tavolette digitali”.

La congregazione ecclesiastica di St. John l’Evangelista di Mickleover, placido sobborgo di Derby, antica e famosa città tra le colline del Derbyshireha iniziato infatti ad intonare inni, letture, sermoni e canti liturgici scaricandoli istantaneamente attraverso la tecnologia Wi-Fi su iPad ed altri dispositivi portatili, abbandonando così le tradizionali e polverose versioni cartacee.

L’idea è nata dopo che alcuni fedeli, alle prese con i consueti problemi dell’invecchiamento, tra cui il progressivo ed inesorabile deterioramento della vista, hanno proposto l’utilizzo dei più luminosi schermi ad alta risoluzione a corredo dei tablet di ultima generazione, in grado di rendere più facile la lettura dei testi sacri grazie anche alla possibilità di ingrandire a piacimento le parti di testo di maggiore interesse.

Il reverendo Alun Rowlands, al termine dei lavori di ammodernamento della sua parrocchia, ha spiegato i retroscena della sorprendente decisione: “Il gruppo dirigente della chiesa, dopo qualche piccola remora iniziale, si è poi dimostrato entusiasta dell’idea di rendere il nostro servizio pastorale più accessibile. Siamo molto soddisfatti dei progressi fatti finora e siamo ansiosi di vedere come potremmo sviluppare ulteriormente le cose in un prossimo futuro.”

L’azienda di servizi informatici “The Cloud” – interamente di proprietà del noto magnate dell’editoria Rupert Murdoch - ha contribuito fortemente al progetto donando numerosi tablet e mettendo in piedi la rete wireless della chiesa, con hot-spot lungo le colonne della navata principale ed installando inoltre anche alcuni maxi schermi alle spalle dell’altare.

Prima abbiamo visto tweetare Papa Benedetto XVI ed ora servire messa a St. John tramite Wi-Fi, forse la chiesa può insegnare agli altri un paio di cose su come mantenersi al passo con la moderna tecnologia“, questa la dichiarazione affidata alla stampa di Vince Russell, amministratore delegato di The Cloud.

Insomma, continuate pure a lodare il Signore, ma pregatelo comodamente con il tablet e via Wi-Fi!

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > In Inghilterra Dio si prega Wi-Fi. In chiesa con il tablet per seguire gli ipertesti liturgici