Italiani grandi mangiatori di pasta, ma anche ottimi esportatori

Pasta

In tutto il mondo si mangia la nostra pasta, con un valore dell’export di 1,8 miliardi. E se gli italiani rimangono i pastai per eccellenza (1 piatto su quattro è fatto da noi), tra i Paesi più golosi di maccheroni e linguine Made in Italy troviamo la Germania, seguita dalla Francia, dagli Stati Uniti e dal Giappone.

Nonostante la materia prima, il grano duro, sia sempre più spesso di provenienza straniera (si stima il 40%), l’Italia è la leader incontrastata nella produzione di pasta: 3,2 milioni di tonnellate, contro 2 degli Stati Uniti, 1,3 del Brasile e 858 mila della Russia.

“L’Italia detiene il primato mondiale nel consumo di pasta che ha raggiunto – sottolinea la Coldiretti – attorno ai 26 kg a persona, tre volte superiore a quello di uno statunitense, di un greco o di un francese, cinque volte superiore a quello di un tedesco o di uno spagnolo e sedici volte superiore a quello di un giapponese”. Per quanto riguarda il podio dei mangiatori di pasta, dietro all’Italia si piazzano, nell’ordine, il Venezuela con 13 chili all’anno a testa e la Tunisia con 12 chili.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Italiani grandi mangiatori di pasta, ma anche ottimi esportatori