La crisi non risparmia Halloween: spesa cala del 15%

Zucca di Halloween

In pochi, soprattutto tra i più piccoli, rinunceranno alla fatidica domanda “Dolcetto o scherzetto?”. Quest’anno, però, l’impetuosa crescita del fenomeno Halloween in Italia è destinata a subire un brusco stop, almeno in termini di portata. Per i 9 milioni di italiani che festeggeranno l’evento del 31 ottobre, infatti, la spesa calerà del 15% rispetto all’edizione 2011.

A dirlo è la CIA – Confederazione italiana agricoltori, secondo cui si spenderà di meno per dolcetti, cioccolata, cene, zucche e costumi. Ad ogni modo, i numeri del lato commerciale di Halloween restano da capogiro: si stimano complessivi 360 milioni di euro.

Se ai dolcetti rinunceranno in pochi, a pagare cara la crisi sarà Jack O’ Lantern, ovvero la zucca intagliata che solitamente si prepara in casa. “Halloween ha sempre inciso poco sul mercato – spiega la Cia soffermandosi sulla vendita di zucche in questo periodo dell’anno -. D’altra parte, negli anni passati, tra la fine di ottobre e i primi giorni di novembre, si sono avuti aumenti non significativi delle vendite. Un trend che si ripeterà anche quest’anno. Soltanto quelle decorative hanno messo a segno incrementi, ma queste vengono utilizzate soprattutto nei locali e pochissimo nelle case, come, invece, avviene negli Stati Uniti e in molti paesi dell’Europa del Nord, dove è nata questa festa”.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > La crisi non risparmia Halloween: spesa cala del 15%