La stevia il nuovo dolcificante naturale che fa tendenza

stevia

La stevia e il suo successo

Gli amanti dello zucchero desiderosi di mettersi a dieta sono sicuramente felici di apprendere della stevia e del suo successo. Si tratta di una pianta erbacea arbustiva che cresce sulle montagne del Brasile e del Paraguay, un vero e proprio dolcificante naturale arrivato sul mercato italiano da poco tempo. I giapponesi lo usano al posto dello zucchero, mentre in India si usa ormai da 100 anni per le sue proprietà benefiche. Gli indigeni Guaranì lo adoperavano per rendere gli infusi più dolci, ma ora anche gli italiani lo possono usare per evitare lo zucchero senza rinunciare al gusto dei dolci o delle bevande quali tè e caffè.

La stevia sta influenzando molte imprese attive nel settore alimentare, come Greek Flavours, l’e-commerce dedicato ai cibi tradizionali della cucina greca. Ci sono alimenti e bevande di ogni genere, selezionati con cura e proposti a prezzi veramente contenuti. Tra gli articoli spicca la stevia, proposta in cristalli e acquistabile in bustine o barattoli con diverse quantità. Si ordina con pochi click e rapidamente si riceve a casa, pronta per essere usata. In altri Paesi si usano le foglie per la preparazione delle pietanze, non solo quelle dolci, ma anche le insalate.

GreekFlavours.com offre la stevia in cristalli come dolcificante e lo reperisce dalle coltivazioni di Termopili, nel Nord della Grecia. Si assume la stevia in cristalli con l’acqua per fare la dieta, prima dei pasti, oppure semplicemente per sostituire lo zucchero. La sostanza consente di dolcificare tre volte più dello zucchero e non fa male. La pianta non ha sostanze nocive e la stevia è considerata, come confermano gli studi scientifici, uno degli ingredienti più sani e ricco di proprietà benefiche per l’organismo, in particolare per i vasi sanguigni e per la pelle.

Nel negozio online di Greek Flavours si trovano diversi prodotti, come Hellia, proveniente dal Peloponneso e contenente stevia, tahini di sesamo e semi di girasole. Al dolcificante vengono aggiunti il tahini e i semi di girasole per dare frutto a uno snack molto gustoso, apprezzato da chi è a dieta e predilige prodotti vegetariani o vegani, nonché da chi non può assumere glutine. Ci sono bustine da 2 grammi di stevia da tenere in borsa o in tasca per dolcificare le bevande preferite. La stevia in cristalli è disponibile in barattoli da 150 grammi, 300 grammi, 600 grammi e 900 grammi. Si possono tenere in casa per dolcificare tè, caffè e infusi. 300 grammi di stevia hanno lo stesso potere dolcificante di 1 chilogrammo di zucchero.

La Commissione europea l’ha riconosciuta nel 2011 e da allora la stevia hanno fatto breccia in tutti i Paesi dell’Unione europea, comparendo in moltissimi prodotti farmaceutici ed erboristici. A renderla un articolo adatto a tutti sono le sue caratteristiche principali: non ha glutine, non contiene zucchero, è vegetariana e vegana. Ha un enorme potere dolcificante e non contiene neppure una caloria. Ci sono 150 specie di stevia, ma quella in commercio è la rebaudiana, perché vanta quattro principi attivi: dulcoside A, rebaudioside A, rebaudioside C, stevioside.

Le peculiarità della stevia sono diverse, ma uno degli aspetti più importanti è il fatto che alle alte temperature la sostanza non si degradi. Ciò ne consente l’uso per la preparazione di dolci da forno. Il suo gusto lascia una sensazione decisa dolciastra, riservando un retrogusto simile a quello della liquirizia. La stevia vanta la capacità di entrare in circolo nell’organismo senza alterare il livello di glucosio nel sangue. La sostanza non è tra le cause del diabete e neppure delle carie dentali, perché non contiene zuccheri e non ha composti chimici di alcun genere nella sua struttura ed è priva di tossicità. Queste caratteristiche naturali permettono comunque una buona conservazione della stevia, che conta la ricchezza di ferro, manganese, proteine, vitamine e carboidrati.

Il primo impiego della stevia riguarda l’ambito medico e specialmente si riconosce come rimedio omeopatico perché in modo naturale combatte acidità e ipertensione, assumendo una funzione antibatterica. Serve a curare la pelle contro l’invecchiamento, ma in particolare si usa per le diete. Infatti la sostanza è in grado di agire sull’ipotalamo e sullo stomaco, facendo calare il desiderio di mangiare cibi dolci e grassi, consentendo anche il consumo di bevande alcoliche.

La stevia può rivoluzionare il mercato in Italia, perché oltre a sostituire lo zucchero, diventa una validissima alternativa ai dolcificanti sintetici frutto delle ricerche di laboratorio. Il largo uso contribuirebbe alla riduzione drastica delle malattie del metabolismo e naturalmente proteggerebbe i denti dalle carie e dalle problematiche simili. La possibilità di impiegare i prodotti della preziosa pianta porta a variare le abitudini dei consumatori e a portare anche a un notevole risparmio economico. Costa meno di altri dolcificanti e zuccheri e inoltre permetterebbe di prevenire e curare le malattie in modo naturale, evitando l’assunzione di medicinali.

La stevia è una delle migliori piante officinali esistenti, specialmente per i benefici che è in grado di portare. Si usa in liquidi, foglie, in polvere e in cristalli. La sua lavorazione dipende dall’utilizzo e soprattutto dal settore in cui viene impiegata, proprio perché determina le modalità di assunzione o la combinazione con altri elementi, come avviene nell’ambito medicinale ed estetico. In commercio si possono trovare le varie versioni, anche se il grande successo della stevia come dolcificante, porta a trovare in commercio i cristalli.

Ingerire il dolcificante in qualsiasi forma aiuta a prevenire le malattie e a curare il corpo, a partire dai denti. Test condotti da istituti clinici universitari hanno dimostrato che la sostanza è in grado di inibire lo sviluppo della placca, prevenendo così la formazione della carie. Il rischio diminuisce del 20%. Inoltre combatte la formazione di batteri e organismi infettivi all’interno della bocca. Bisogna usare comunque il dentifricio con regolarità, ma la stevia contribuisce a decrementare il pericolo della formazione, oltre che delle carie, delle malattie gengivali. Alcuni studi hanno altresì dimostrato di come la stevia possa prevenire raffreddori e influenze.

La stevia fa bene anche alla pelle. In questo caso si usa in foglie per la preparazione di impacchi da applicare sull’epidermide. Se si usa intorno agli occhi fa sparire le rughe e attribuisce freschezza alla pelle e al viso. La cura deve essere costante e bisogna consentire al liquido concentrato di uscire dalla foglia e raggiungere la pelle. Molto spesso si adopera come maschera facciale per distendere l’epidermide e donarle un aspetto più giovane. Adoperata in questo modo consente di combattere l’acne efficacemente.

Dopo essere stata diffusa in Francia con un’autorizzazione provvisoria dell’Unione europea nel 2009, due anni dopo è stata introdotta ufficialmente in Europa e ha conquistato molte imprese che la producono e la commercializzano, ma ancora molte persone non conoscono le proprietà della stevia. Una buona occasione per iniziare a provare i benefici è l’acquisto online sul sito di Greek Flavours. Il dolcificante darà subito risultati concreti. Se si elimina lo zucchero dalla propria dieta quotidiana si potrà cominciare a stare meglio e la stevia permetterà di mangiare con moderazione. Si avrà un prodotto sano da abbinare a uno stile di vita più salutare, finalizzato al raggiungimento del benessere fisico e psicologico personale.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > La stevia il nuovo dolcificante naturale che fa tendenza