Le ballerine, una storia che continua nella moda

bb

Quando si parla di questo tipo di scarpe da donna, il proverbio “stare con i piedi per terra” non potrebbe essere più idoneo per esprimere un modello ispirato a quelle di danza classica utilizzate dalle ballerine e in grado di donare femminilità ed eleganza senza utilizzare il tacco, anche per una cena piacevole.

Le ballerine vengono utilizzate in tutto il mondo sia in inverno che in estate anche se per molti rimangono adatatte a tutte le stagioni tranne che per l’inverno.

Le ballerine sono utilizzare da uomini e donne sin dai tempi molto passati ed entrano a far parte del mondo della monda solamente nel 1947, quando fu realizzato il primo paio da Rose Repetto per il primo genito Roland Perit, uno dei più bravi ballerini e coreografi del Novecento.

Madame Repetto progetta una calzatura, schiacciata, abbastanza aperta e con la punta arrotondata, prendendo spunto dalla lavorazione dei guanti. Qualcosa di veramente incredibile e unico a suo tempo, che di fatto anche con il passare degli anni non sono mai andate fuori di moda. Anzi le ballerine si sono rivoluzionate e con tocchi di originalità incredibili: per molti rientrano tra le migliori calzature per donna e per uomo per comodità.

La prima donna famosa a riconoscere l’importanza di questa calzatura Repetto fu Brigitte Bardot negli anni ’50, la quale chiese esplicitamente delle ballerine in vernice rossa per interpretare il film Et Dieu… créa la femme abbinandole ad un tubino nero.

La svolta sopraffine alle ballerine fu data da Audrey Hepburn nel film musical Funny Face nel 1957 e nello stesso anno Coco Chanel realizza la famosa ballerina bicolore.

Nel 1980 vengono sostituite dal mercato delle “sneakers” e sembrano sparire dalla circolazione e dai negozi, ma ritornano prepotentemente nel 2001 grazie anche alla collaborazione tra Repetto e designer come Issey Miyake, Yohji Yamamoto e Comme des Garçons.

Durante gli anni ’80 vengono soppiantate dalle sneakers e sembrano scomparire, ma ritornano in voga nel nuovo millennio grazie anche alla collaborazione tra Repetto e designer come Issey Miyake, Yohji Yamamoto e Comme des Garçons, i quali crearono dei prodotti comodi e chic al tempo stesso, da indossare dal mattino alla sera nelle occasioni più variegate.

Alle sfilate di nomi celebri come Chanel, Giorgio Armani e Burberry Prorsum hanno partecipato, non a caso, modelli concepiti per completare anche i look più eleganti e lussuosi.

E allora su quali versioni puntare per l’estate in arrivo? C’è solo l’imbarazzo della scelta: dai dalle ballerine con fiocchetto, romantiche e bon ton, a quelle stampate o impreziosite da ricami e strass, alle classiche colorate, un tempo adibite esclusivamente alla danza, che da più di mezzo secolo impazzano nei look di street style più trendy.

Donne non abbandonatele mai, vi sorprenderanno sempre!

 

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Le ballerine, una storia che continua nella moda