Milano, vigili urbani “armati” di spray al peperoncino

Polizia locale milanese

Lo spray è infatti un dispositivo nato per difendersi dalle aggressioni, un fenomeno purtroppo piuttosto frequente per i vigili “in prima linea”. Si parte con un periodo di sperimentazione, una dotazione di alcuni “kit” per gli istruttori di difesa personale del radiomobile, per poi passare a un utilizzo più ampio in caso di riscontri favorevoli.

Lo spray contiene un principio attivo altamente irritante, capace di inibire l’aggressore provocando un’intensa irritazione della pelle e delle mucose, tosse e lacrimazione. Un effetto decisamente incisivo, ma comunque limitato nel tempo: dopo qualche minuto il fastidio passa e non si riscontrano danni permanenti, ovvero il tempo necessario per bloccare la persona e ammanettarla senza uso di armi.

Non mancano naturalmente le polemiche di chi, soprattutto dall’opposizione politica, chiede di concentrare sforzi economici su altri fronti e di non tentare di “militarizzare” la polizia locale. Di tutt’altro avviso, naturalmente, il vicesindaco Riccardo De Corato: “Si tratta solo di mezzi a protezione di lavoratori, che oltretutto eviteranno l’impiego di strumenti assai più pericolosi.”

3

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Milano, vigili urbani “armati” di spray al peperoncino