Natale 2011 tra cene in famiglia e auguri via Facebook

Albero di Natale

Realizzata dall’agenzia Lewis Pr, l’indagine ha voluto analizzare l’atteggiamento degli italiani nei confronti di festeggiamenti e acquisti natalizi, evidenziando un panorama alquanto variegato. Se il “paese dei mammoni” si conferma tale con il 75,9% degli intervistati che trascorrerà il Natale 2011 in famiglia, c’è anche un 8,4% che imita i “Cesaroni” della Tv con la famiglia allargata e un più modesto 3,6% che sceglie gli amici… in barba al detto “Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”. Si spinge oltre un’ulteriore 3,6% degli intervistati che trascorrerà il Natale su un’isola caraibica (3,6%). Ma non tutti possono permetterselo, per budget o impegni, e così c’è anche un 7,2% che vive il Natale come un giorno qualsiasi e chi, addirittura, lo trascorrerà al lavoro (1,2%).

Passiamo allo scambio dei regali, il momento più atteso di ogni Natale da grandi e piccini. Sempre secondo l’indagine, la fonte della stragrande maggioranza dei doni (49,4%) è il centro commerciale, preferito di gran lunga al più classico negozietto sotto casa (7,4%). La modernità avanza, così come la voglia di risparmio e comodità, così ben il 16% si affida alle offerte dei gruppi d’acquisto online.

Ma qual è il regalo più in voga per il Natale 2011? Abiti, gioielli e accessori si confermano al top con il 26% delle preferenze, seguiti da altri classici come libri, cd e dvd (18,2%). La tecnologia, complice la voglia di risparmio, si ferma al 13%, anche se più alta è la percentuale di chi vorrebbe ricevere gadget tecnologici: il 21,8%. Nella loro testa c’è una mela ed è quella di Apple, desideratissima con iPhone e smartphone (32%), ma anche con i tablet (28%). In crescita anche l’eBook reader (10,7%), mentre un must è la console per i videogiochi (9,3%). L’altra faccia della medaglia ci dice invece che ben l’8% dice no a qualsiasi tipo di regalo tecnologico. A proposito del “c’è chi dice no”, da sottolineare quello di chi rifiuta gli sprechi e combatte la crisi con un pizzico di cinismo: il 24,4% vorrebbe ricevere del denaro per farci ciò che vuole!

E gli auguri per il Natale 2011? Frasi fatte e di circostanza non passano mai di moda, mentre cambia il modo di comunicarle. Se “Se non ci vediamo più prima di Natale… tanti auguri!” è ancora il messaggio must, è ormai scesa al 28,8% la percentuale delle persone che sceglie di scambiarsi gli auguri di persona, magari con un abbraccio o una stretta di mano. Sempre in auge gli auguri via sms, scelti dal 27,5% per invii singoli o di massa, magari con il tasto “OK” da premere allo scoccare mezzanotte. Il 16,3% si porta, invece, il cellulare all’orecchio per la più tradizionale telefonata d’auguri. La stessa percentuale di persone sceglie invece il social network Facebook, tra foto a tema, tag e messaggi di stato a tema natalizio. Chi più risente delle nuove tecnologie è sicuramente il vecchio e caro messaggio di auguri che, inviato con la posta tradizionale, raccoglie un misero 1,3% di preferenze. Sempre meglio di quel 10% che non farà gli auguri di buone feste a nessuno!

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Natale 2011 tra cene in famiglia e auguri via Facebook