Prestiti per lo studio: si chiedono 7 mila euro, molte le donne

Finanziamenti per lo studio

Libri, zaini, astucci, corsi universitari, master o rette per scuole private, quando si parla di studio c’è comunque da mettere le mani al portafogli. Lo sanno bene le famiglie italiane che, per il bene dei propri figli, non sembrano esitare troppo prima di rivolgersi alle finanziarie per un “aiutino” fuori stipendio. A dirlo è il broker online Prestiti.it che, attraverso un’indagine, ha scoperto che nel primo semestre del 2012 sono stati concessi prestiti per spese scolastiche pari a 30 milioni di euro.

Se il carrello della spesa si riduce per colpa della crisi, allo studio invece non si rinuncia… costi quel che costi. Lo sanno bene i neo-laureati che, per master e corsi post-laurea, spendono mediamente una somma di circa 6.595 euro (dati Censis), una somma che non si discosta molto dall’entità del prestito medio richiesto per gli studi: 7.200 euro nell’ultimo anno scolastico.

Ma qualche effetto della crisi risulta evidente anche nei prestiti allo studio, soprattutto se si confrontano le cifre richieste ad inizio 2012 con quelle dell’anno passato: – 45% per l’importo medio. Ma chi richiede un finanziamento per l’istruzione? L’età media è di 40 anni e ciò significa che tale opportunità viene colta dalle famiglie e dagli studenti-lavoratori. Chi si rivolge ad una finanziaria, inoltre, presenta solitamente una busta paga di circa 1.400 euro mensili e intende restituire il denaro in 55 mesi. Nel 2011, invece, la restituzione del prestito si concludeva dopo 51 mesi. Cresce la durata del prestito, quindi, a favore di una rata più smilza che si attesta intorno ai 170 euro.

Infine, da segnalare una tendenza tutta particolare dei prestiti per lo studio: la percentuale delle donne che li richiedono è del 39%, contro il 25-30% che accede abitualmente ai finanziamenti per altre finalità.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Prestiti per lo studio: si chiedono 7 mila euro, molte le donne