Primavera: i consigli per coltivare in orti, giardini e terrazzi

Frutta

Insieme alla tradizionale cura dei vasi di fiori, si fa strada la buona abitudine di coltivare lattughe, pomodori, piante aromatiche, peperoncini, zucchine, melanzane, ma anche di piselli, fagioli fave e ceci da raccogliere all’occorrenza.

E’ la Coldiretti a sottolineare che, quello della coltivazione in piccoli spazi, è un interesse in rapido aumento con il 37% dei cittadini che dedicano parte del tempo libero al giardinaggio e alla cura dell’orto, secondo l’ultimo rapporto sul tempo libero dell’Istat.

Per darsi da fare non occorrono giardini immensi, basta un balcone. Le varietà disponibili al vivaio per preparare l’orto in terrazzo sono tantissime e tra le novità quest’anno, oltre ai peperoncini piccanti dalle mille forme, ci sono anche tantissimi legumi come piselli, fagioli, fave e ceci.

Si tratta in alcuni casi di varietà ottenute naturalmente, attraverso incroci naturali, mentre altre volte si tratta di normali prodotti dell’orto che si adattano a crescere anche in spazi ridotti come i vasi. Le piantine più richieste, spiega la Coldiretti, sono quelle di insalata perché sono semplici da coltivare e garantiscono il raccolto dopo appena 40 giorni con un costo di pochi centesimi di euro. Molto gettonate sono anche le piantine di pomodori, soprattutto le varietà per fare il sugo in casa.

I prezzi sono per tutte le tasche: le lattughe e le cipolle sono quelle più economiche ed il prezzo per una vaschetta da almeno 12 piantine può variare da 1,50 a 2 euro; per pomodori, zucchine, melanzane e peperoni ma anche per piselli, fagioli fave e ceci la vaschetta da 6 piantine può costare da 1,80 a 2 euro.

Per realizzare il mini orto da terrazzo non basta scegliere il tipo di prodotto, ma occorre tener presente l’esposizione del balcone. Le piantine necessitano, infatti, di una buona dose di luce e calore per crescere bene, ma anche di un tipo di terra che per essere ideale va prelevata da un campo incolto di campagna, (la terra incolta si rigenera e si di arricchisce humus, per cui è molto fertile) e arricchita comunque da concime organico (letame stagionato).

Questi, in sintesi, i consigli Coldiretti per l’orto fai da te:

1. Per realizzare il mini orto in giardino o sul terrazzo occorre tener presente l’esposizione, perché le piantine necessitano di una buona dose di luce e calore per crescere bene.

2. La terra, è molto importante, l’ideale è quella da campo incolto di campagna, (la terra incolta si rigenera e si arricchisce di humus, per cui è molto fertile).

3. Un altro elemento importante per la buona riuscita dell’orto è il concime organico (letame stagionato), disponibile presso i migliori vivai italiani da aggiungere alla terra.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Costume > Primavera: i consigli per coltivare in orti, giardini e terrazzi