Taglio del tasso d’interesse e mutui: le prospettive

Mutui

“Con questa riduzione, la BCE effettua un cambio di direzione rispetto alle precedenti politiche monetarie intraprese nel corso del 2011, politiche che erano risultate in un aumento di 50 punti base del tasso BCE nel periodo 7 aprile – 7 giugno 2011 – spiega Stefano Rossini, AD di MutuiSupermarket.it – L’attesa da parte della BCE di un tasso di inflazione in contrazione nel 2012 sino a livelli inferiori al 2% ha permesso alla BCE di effettuare una scelta in favore della crescita economica e della la creazione di nuovi posti di lavoro dell’area euro”.

Guardando nel dettaglio alla realtà dei mutui, la diminuzione del tasso BCE sembra favorire una ripresa della domanda del tasso variabile, passati da 68% del terzo trimestre al 64% del quarto, complice la forte riduzione dei tassi di riferimento IRS.

“Sui prossimi mesi – commenta Rossini -, la domanda di mutui a tasso variabile dovrebbe essere sostenuta anche dalle aspettative di un clima di tassi variabili stabili o addirittura in ulteriore flessione. Molto dipenderà dalla situazione economica e dalle prospettive di ripresa dell’area Euro. Per le famiglie che hanno un mutuo a tasso variabile in corso di ammortamento, la riduzione del tasso BCE è una novità di piccolo impatto ma comunque positiva: per un mutuo di 100.000 euro a 20 anni, la rata mensile diminuisce di circa 13 euro, quindi un risparmio annuale di poco superiore ai 150 euro”.

Ma qual è la situazione in Italia sul fronte mutui? In questo caso, ci viene in soccorso Alberto Genovese, AD di Mutui.it, secondo cui la crisi si sente soprattutto al Sud, dove sempre meno giovani riescono ad accedere ai finanziamenti per l’acquisto di una casa. “Analizzando le domande di mutuo prima casa arrivate negli ultimi mesi da Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia – spiega Genovese – si scopre che benché la richiesta di preventivo da parte di under 30 rappresenti il 18% del totale delle domande provenienti dal Mezzogiorno, il problema arriva al momento di ottenere il finanziamento: nemmeno il 3% delle richieste verrà accolto”.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Taglio del tasso d’interesse e mutui: le prospettive