Terremoto in Giappone: per INGV l’asse terrestre si è spostato di 10 centimetri

Fuji

Mentre in Giappone, Paese al quale va tutta la nostra solidarietà, si contano ancora i morti per il sisma di magnitudo 8,9 e per il relativo tsunami che si è innescato, gli studiosi sono già al lavoro per comprendere le caratteristiche di questa nuova catastrofe naturale.

L’INGV si è già espresso sull’argomento evidenziando che, dai primi studi, è emerso che “L’impatto di questo evento sull’asse di rotazione è stato molto maggiore anche rispetto a quello del grande terremoto di Sumatra del 2004 e probabilmente secondo solo al terremoto del Cile del 1960”.

Basti, infatti, pensare che l’energia liberata dal sisma che ha colpito il Giappone è stata di circa 30.000 volte maggiore di quella sprigionata dal terremoto de L’Aquila che tanti danni ha provocato.

Appassionato di Costume?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Costume:

    Ancora nessun commento

JUGO > Costume > Terremoto in Giappone: per INGV l’asse terrestre si è spostato di 10 centimetri