Agcom: sì condizionato alla banda ultralarga Telecom

Logo Telecom Italia

L’Autorità ha però imposto a Telecom Italia sia il miglioramento della corrispondente offerta di reselling, sia la presentazione ”in tempi brevi” di un’offerta wholesale con consegna a livello IP. Quest’ultima viene definita come una ”tappa intermedia per la predisposizione di un’offerta evoluta di trasporto su fibra che Telecom Italia dovrà presentare entro il 2011”.

Riguardo all’offerta reselling, Agcom spiega che la commercializzazione dell’offerta retail di Telecom Italia è condizionata alla contestuale effettiva fornitura di un’offerta wholesale basata sul principio del retail minus. Tra le altre condizioni imposte a Telecom Italia: l’azienda potrà proporre il servizio solo nelle città in cui siano già presenti offerte di servizi NGN da parte di altri operatori in concorrenza, così da evitare fenomeni di pre-emption del mercato; viene posto un limite al numero massimo di clienti (40 mila) che Telecom Italia potrà acquisire nel periodo considerato.

Va inoltre sottolineato che l’autorizzazione concessa dall’Agcom a Telecom Italia ha carattere temporaneo, in quanto l’Autorità provvederà ad un riesame dell’offerta.

1

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > Agcom: sì condizionato alla banda ultralarga Telecom