Apple: con iOS 6 addio anche alla app nativa di YouTube

Chrome su iOS

La sfida tra Apple e Google, ovvero tra iOS e Android, vive un’altro momento importante con l’uscita della Beta 4 di iOS 6, il nuovo sistema operativo per dispositivi iPhone, iPad e iPod touch. Disponibile da qualche ora, la release che anticipa quella definitiva per l’utente finale si caratterizza per l’assenza dell’applicazione nativa di YouTube, il celebre servizio di video sharing che, per popolarità e caratteristiche, non ha rivali in grado di tenere il passo. Se per le Mappe, infatti, Apple ha sfoderato una propria app in grado, almeno sulla carta, di sostituire il servizio fornito da Google, per YouTube si tratta di una scelta puramente strategica che arriva nell’ambito dell’accesa sfida tra le due aziende americane, le quali hanno deciso di non rinnovare il vecchio accordo quinquennale siglato nel 2007.

Cosa cambia per gli utenti di iPhone, iPad e iPod touch? Poco, anzi niente, in quanto l’app YouTube non farà parte del pacchetto nativo di iOS 6, ma potrà comunque essere installata dall’App Store, senza dimenticare che la riproduzione dei video è possibile anche attraverso il browser Safari.

Per quanto riguarda le altre novità di iOS 6 Beta 4, con la versione definitiva attesa in autunno in contemporanea all’uscita di iPhone 5, da segnalare anche un’altra novità emersa in queste ore e che farà la felicità degli utilizzatori di iPhone, iPad e iPod touch. Salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, infatti, non sarà più necessario inserire la password per scaricare app gratuite da App Store.

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > Apple: con iOS 6 addio anche alla app nativa di YouTube