E-commerce: truffa o opportunità?

Ormai da un po’ di anni il mondo del web si è aperto a questa nuova pratica commerciale, famosa soprattutto per l’approccio diretto B2C (business to consumer). Per il consumatore medio è più “comodo” fare acquisti tramite pc, destreggiandosi tra una larga scelta di prodotti e ricevere direttamente la merce presso l’indirizzo a lui più comodo. Così fare shopping è diventato sicuramente più semplice ma anche più divertente, grazie anche alle molteplici possibilità che il web offre: dai siti di E-commerce basati sulla vendita di abiti di marche prestigiose, a quelli che si occupano unicamente di elettronica, e così via.

Nonostante tutto però è normale chiedersi se sia realmente sicuro acquistare online e quindi immettere le proprie credenziali su dei siti gestiti da perfetti sconosciuti. Solitamente si tende a fidarsi dei portali più famosi e più usati, come Ebay ormai noto in tutto il mondo, con la possibilità di assegnare dei feedback positivi o negativi in modo che gli utenti riescano ad aver un’idea generale sulla “reputazione” dell’inserzionista.

Il Codice del Consumo non contiene una disciplina specifica della vendita online, ma si limita a rinviare al D. Lgs. 70/2003 relativo e-commerce il quale  non esaurisce la disciplina del commercio elettronico, che è regolamentata anche dalle norme in tema di privacy, di vendita a distanza, ecc. Tra i principi fondamentali della vendita online vi è quello sulla tutela del consumatore, che quindi dovrebbe fare da garanzia per ogni acquisto. Ma la truffa sta sempre dietro l’angolo, e combattere i web-truffatori non è mai facile.

Per ovviare a questo problema esistono delle apposite associazioni, come l’Associazione Italiana Commercio Elettronico (AICEL), in cui gli associati intenzionati ad avviare un sito di E-commerce “ci mettono la faccia” permettendo all’associazione stessa di pubblicare tutti i dati dell’azienda e sottoscrivendo un codice etico di comportamento.

L’ E-commerce si è ben consolidato nella società e nella vita di tutti, ma non è paragonabile allo shopping tradizionale in cui si può toccare la merce con mano, senza  timore di essere truffati. Bisogna aver l’ accortezza di informarsi prima di ogni acquisto.. e avere un pò di fortuna!

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > E-commerce: truffa o opportunità?