IMU: online gli strumenti necessari al calcolo delle rate

Casa Online

Tra nomi che cambiano, aliquote suscettibili di variazioni, detrazioni e rivalutazioni, l’IMU rischia di far girare la testa agli italiani. Già ampiamente criticata per la reintroduzione e per la portata dell’esborso da parte del cittadino, questa tassa risulta scomoda anche per le modalità con cui deve essere calcolata. I tempi ristretti e l’incertezza sulle aliquote, infatti, non hanno consentito agli enti preposti di preparare conteggi specifici per persone, aziende e nuclei familiari, pertanto se siete tra coloro che ancora attendono un bollettino a casa… correte subito dal vostro commercialista o armatevi di visura catastale e usufruite dei numerosi strumenti online per il calcolo dell’IMU.

Dell’argomento abbiamo deciso di occuparcene anche noi, nonostante non si tratti di un tema “alla Jugo”, per il semplice fatto che un lettore avvisato… è mezzo salvato. Non che il Ravvedimento Operoso sia poi così oneroso, almeno se effettuato nei giorni immediatamente successivi alla scadenza della rata, ma bastano un mouse, un foglio di carta e una penna per evitare anche questa seccatura.

Prima di cominciare con l’elenco di indirizzi utili al calcolo dell’IMU, vi diciamo subito che la maggior parte dei comuni ha inserito nella Home Page del proprio sito web un’apposita area per il calcolo delle rate IMU (2 o 3 per l’abitazione in cui si risiede), con tanto di link all’Agenzia del Territorio (l’ex catasto), per la Visura catastale online.

Se non siete già scappati per raggiungere il sito del vostro comune, allora potete seguire questi pochi e semplici passi. Innanzitutto, dovete calcolare la rendita catastale del fabbricato o del terreno soggetto ad IMU. Per farlo occorrono il codice fiscale del proprietario, gli identificativi catastali (Comune, sezione, foglio, particella) e la provincia di ubicazione.

Dalla pagina dedicata dell’Agenzia del Territorio (clicca qui) si può dunque calcolare la rendita catastale, stando ben attenti a farlo sia per il fabbricato principale che per le pertinenze (garage, cantina, ecc) e per le eventuali proprietà aggiuntive.

A questo punto abbiamo la rendita catastale e possiamo procedere con gli strumenti per il calcolo delle rate IMU e per la stampa automatizzata del modello F24 per il pagamento. Uno di questi strumenti è fornito da Riscotel (clicca qui) e consente di calcolare rapidamente gli importi da versare. Basta inserire il comune di ubicazione dell’immobile (il codice viene suggerito al momento della digitazione), la rendita catastale precedentemente calcolata online e gli altri pochi dati richiesti nel form, peraltro comprensivo di utili suggerimenti. Sarà il programma ad effettuare i conteggi necessari, su tutti detrazioni e rivalutazioni, fino a fornire gli importi IMU. Non dovreste trovare particolari problemi, anche se è bene prestare attenzione alla voce Pertinenze (codici C2, C6 e C7).

Con tutto ciò, teniamo a precisare che questa breve guida vuole essere d’aiuto, ma non sostituisce il consiglio di un esperto e che, come già accennato, la maggioranza dei comuni italiani ha già allestito un’apposita sezione dei propri siti web dedicata a istruzioni, ricerca delle rendite catastali e calcolo online dell’IMU.

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > IMU: online gli strumenti necessari al calcolo delle rate