Live Messenger chiude e cede i propri utenti a Skype

Windows Live Messenger

Quando si parla di internet, il luogo dell’innovazione per antonomasia, la nostalgia non è contemplata. Lo sanno bene gli ex adolescenti che per anni hanno utilizzato la chat di MSN Messenger o, più di recente, Windows Live Messenger per restare in contatto con i propri amici.

Precursore nell’era dell’instant messaging, il software andrà in pensione nel 2013, lasciando il campo libero al fratellino Skype, la creatura di Niklas Zennström e Janus Friis che nel tempo è riuscita meglio ad integrare i servizi di messaggistica e VoIP. Per Microsoft, che ha ufficializzato la notizia in queste ore, si tratta di un atto dovuto e atteso dagli addetti ai lavori già da oltre un anno, da quando l’azienda di Windows ha sborsato 8,5 miliardi ad eBay per acquisire Skype.

Cosa accadrà ora? Nostalgie a parte, gli utenti che attualmente utilizzano Live Messenger dovranno solo acquisire dimestichezza con Skype, dove potranno ritrovare tutti i contatti della propria rubrica. La chiusura di Live Messenger è fissata entro marzo 2013, ma si tratta di un procedimento graduale che era iniziato già da tempo con la possibilità di autenticarsi su Skype utilizzando le credenziali dell’account Microsoft. Gli unici a non essere interessati a questo passaggio di consegne saranno gli utenti cinesi, per i quali Live Messenger continuerà a funzionare.

1

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > Live Messenger chiude e cede i propri utenti a Skype