Scrivere contenuti per il web con un altro approccio

I contenuti rivestono un ruolo chiave nelle strategie di posizionamento sui motori di ricerca. Scrivere per il web, però, significa adattarsi a un modo di fare comunicazione che è tipico delle impalcature del web, con le proprie logiche di funzionamento e operatività. Di manuali e guide su come scrivere per la SEO, sulla scelte delle parole chiave, delle correlate e sull’attenzione da porre al fenomeno del keyword stuffing ce ne sono tantissime. Qui, invece, si vuole intavolare un discorso un po’ differente, mirato a proporre un approccio diverso. In realtà, non si tratta neanche di una novità, ma di qualcosa su cui vale la pena soffermarsi, come già in tanti hanno fatto e come in pochi ancora dimostrano di essere disposti a credere.

Scrivere per se stessi

Non bisogna scrivere per Google ma per gli utenti. Anche questa è una frase ricorrente in tutti quei circoli che spiegano come si fanno le cose fatte bene. Ciò che spesso dimentichiamo, però,è il significato stesso della parola utente’. Utente, questo essere astratto di cui tutti sentono parlare ma che nessuno è mai riuscito a documentare prove certe. Basterebbe tenere a mente una cosa semplicissima: siamo tutti utenti. Ognuno di noi utilizza, chi quotidianamente chi settimanalmente, la rete. Tutti noi sappiamo come un sito ci piace e come no,cosa ci aspettiamo di trovare all’interno di una pagina web, cosa apprezziamo e cosa ci spinge a cambiare sito. Si tratta solo di tenerlo a mente in fase di scrittura.

Parole semplice e formattazione pulita

Quando compiamo una ricerca, ciò che desideriamo è trovare risposte esaustive e chiare ai nostri quesiti. Non servono effetti particolari, non occorre un carattere dall’estetica dirompente (e magari scomodo alla lettura), servono informazioni attendibili, ben scritte, lineari e inserite all’interno di una formattazione pulita. Paragrafi, sottotitoli, un menu a inizio pagina se l’argomento è particolarmente stratificato sono gli ingredienti vincenti. Non servono ghirigori stilistici, è inutile perdere tempo con costrutti danteschi, occorre badare al sodo e soddisfare davvero il lettore.

Usabilità, per favore

E poi ci sono quei contenuti che sarebbero anche quelli che stavamo cercando, ma che sono resi inaccessibili, vuoi perché inseriti in siti pachidermici che caricano con lentezza, vuoi perché il testo continua a essere coperto da banner pubblicitari. L’utente deve essere protetto e coccolato; certo, la pubblicità è una fonte imprescindibile di sussistenza per gran parte dei siti web che si auto-finanziano, ma c’è modo e modo di inserire un display spot. Lo sai, capita anche a te di abbandonare un sito perché esasperato dai popout, vero?

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Internet > Scrivere contenuti per il web con un altro approccio