Amy Winehouse: droga non sarebbe causa della morte

Cos’ha determinato quindi la morte di Amy Winehouse? Le autorità britanniche sono ancora al lavoro su quello che rischia di tramutarsi nel mistero di Camden Square e, al momento, risulta difficile azzardare ulteriori ipotesi.

Tutti, fino ad oggi, avevano creduto al mix letale di alcol e droghe. Un’ipotesi questa, supportata sia dal difficile passato di Amy Winehouse che dalle dichiarazioni rilasciate da alcune fonti ai tabloid nelle ore successive al ritrovamento del corpo. A tal proposito, ricordiamo che un uomo aveva detto al Daily Mirror di aver visto Amy acquistare eroina e crack appena alla vigilia di quel tragico 23 luglio.

I risultati dell’autopsia, annunciati dall’ex portavoce della cantante, parlano però di sole tracce d’alcol che peraltro non sembrerebbero sufficienti a determinare la crisi che ha portato alla morte di Amy. I più maligni possono ora pensare che ci sia in atto un tentativo di insabbiamento da parte delle persone vicine alla Winehouse, ma l’attenzione dei media è tale che difficilmente la verità potrà rimanere a lungo nascosta.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Amy Winehouse: droga non sarebbe causa della morte