Concerto per l’Emilia: 2,5 milioni raccolti dall’evento di Bologna

Un tripudio di pubblico allo stadio, di telespettatori da casa e di sms solidali, oltre ad un evento memorabile per chiunque ami la musica. Il Concerto per l’Emilia, il Live Aid italiano, ha confermato tutta la bontà del progetto ideato e organizzato in tempi record da Beppe Carletti, membro storico della band I Nomadi. I 2,5 milioni di euro in beneficienza, di cui ben 1 milione raccolto con i soli biglietti dello show, rappresentano un aiuto concreto alla ricostruzione delle zone terremotate, ma il concerto di ieri sera è stato anche molto di più: un momento di unione per l’Italia intera e di distrazione per le popolazioni colpite dal sisma.

In tutto questo, non sono mancate chicche. Solo il Concerto per l’Emilia, infatti, avrebbe potuto riportare sul palco Caterina Caselli dopo quarant’anni di assenza: la cantante e produttrice, ha interpretato una hit storica come “Insieme a te non ci sto più”e d ha duettato con Francesco Guccini. Da segnalare anche il duetto tra Gianni Morandi e Gaetano Curreri con i suoi Stadio, ma tutti gli artisti hanno dato il loro prezioso contributo, senza peraltro chiedere nulla in cambio. Nel ricco cast di artisti anche Zucchero, Cesare Cremonini, Laura Pausini che aveva già devoluto il suo cachet dei concerti all’Arena di Verona e Ligabue che presto tornerà a Campovolo per un nuovo live benefico per l’Emilia.

Anche in Tv, Il Concerto per l’Emilia è stato un buon successo di ascolti. A seguirlo su Rai 1, con la conduzione di Fabrizio Frizzi e l’intervento di Raffaella Carrà, sono stati 5 milioni 713 mila telespettatori (27,38% di share) nella prima parte e 2 milioni 567 mila (26,88%) nella seconda.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Concerto per l’Emilia: 2,5 milioni raccolti dall’evento di Bologna