Elvis Presley “In the ghetto” uno sguardo ai margini del mondo.

Elvis Presley_jugo.it

La canzone scritta “In the Ghetto” fu scritta nel 1969 a Memphis nel Tennessee, e tra le poche canzoni di carattere sociale scritte dal re del Rock.  Nato a Tupelo l’8 gennaio del 1935 da una famiglia umile della classe operaia, nel corso della sua vita ha frequentato persone di ogni appartenenza, in una terra il sud degli Stati uniti travagliati dagli scontri razziali e marcate distinzioni dei ceti sociali.

In questa canzone Elvis cerca di scuotere le coscienze degli uomini difronte alla povertà dei più disagiati che vivono ai margini, che nascono nell’indigenza costretti a vivere di stenti e spesso a vivere il crimine come unica prospettiva di sopravivenza. Uno spaccato di vita che pur ambientata a Chicago interpreta la difficoltà di una qualsiasi periferia del mondo in quegli anni.

Fu un grande successo ottenendo il disco d’oro negli USA, entrando nelle classifiche di Inghilterra e Germania, negli anni seguire fu cover di molti artisti di fama internazionale come Berry White e il gruppo dei Cranberries e molti altri. Un brano che è entrato nella storia della musica rock, con una musica arrangiata in maniera sublime.

Nel 30° anniversario dalla morte, la figlia Lisa Marie Prealey canta insieme al padre questo canto, devolvendo tutti i proventi a sostegno di New Orleans colpita dell’uragano Katrina che devastò la città il 29 agosto del 2005.

Un pezzo struggente che descrive la nascita di un bimbo in un ghetto di Chicago, il pianto della madre, che conosce la sorte che lo attende, la difficoltà che avrà nel sfamarlo. Le strade di Chicago tra gli anni 60 e settanta dove spesso il crimine era l’unica possibilità di farcela. L’indifferenza della gente davanti alle ingiustizie sociali che voltano lo sguardo dall’altra parte nell’assoluta indifferenza, un uomo di colore che nella disperazione vuole farla finita, impugna una pistola e rubando una macchina, sarà colpito. E’, disteso sull’asfalto, sotto gli occhi attoniti e curiosi delle persone accorse intorno al suo corpo, morirà.

Una canzone cantata da Elvis in maniera magistrale che commuove sprigionando un’emozione profonda nel cuore, dove la voce si rompe fra la forza di denuncia verso il mondo e la compassionedinanzi  ad un’altra vita che se ne va.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Elvis Presley “In the ghetto” uno sguardo ai margini del mondo.