La musica di Sezen Aksu: colonna sonora dei film di Ferzan Ozpetek

Sezen Aksu_jugo.it

In quasi tutti i film del regista turco naturalizzato italiano, Ferzan Ozpetek, possiamo trovare almeno una canzone del repertorio dell’artista Sezen Aksu, sua connazionale.

Con la sua voce profonda e con un sound dal sapore mediorientale, la cantante ha conquistato non solo il pubblico del suo paese, che l’ha eletta a partire dagli anni Ottanta icona della musica turca, ma pian piano la sua popolarità ha acquisito carattere internazionale.

Vera e propria diva della musica pop in Turchia, Sezen Aksu ha raggiunto una certa fama anche in Italia, grazie alle sue canzoni, spesso scelte da Ferzan Ozpetek come colonna sonora per i suoi film.  E’ evidente come un elemento caratterizzante la filmografia del regista italo-turco sia una quasi maniacale attenzione alla scelta delle musiche.

Ebbene, Sezen Aksu sembra avere, con la sua costante presenza nelle colonne sonore dei film di Ozpetek, quasi una funzione di “amuleto portafortuna“. In realtà, sappiamo che la scelta del regista – che molto spesso ricade sull’artista turca – è dovuta al fatto che la  Aksu è una delle sue cantanti preferite. C’è da dire, inoltre, che la presenza dei suoi brani rimanda,  in qualche modo, al forte legame che Ferzan Ozpetek ha ancora con il suo paese nativo, nonostante la sua fascinazione per l’Italia e soprattutto per la città di Roma.

Per la colonna sonora di Magnifica Presenzaultimo lavoro del regista, Sezen Aksu ha scritto appositamente l’inedita Gitmem Daha. Magnifica Presenza è il film con il maggior numero di brani della cantante turca: oltre a Gitmem Daha, troviamo La sera della primaTenna, Suda e la malinconica Unuttun Mu Beni.

Ma ricordiamo che Ferzan Ozpetek aveva già utilizzato canzoni di Sezen Aksu nei suoi precedenti lavori: fa parte della colonna sonora de Un giorno perfetto il brano Sanyma ynanma; in Mine vaganti ritroviamo la bellissima Kutlama; per Cuore sacro è stata scelta Hayat Sana Tesekkur Ederim; infine, ben due brani intitolati Karsi pencere Sarki soylemek lazim, nel film La finestra di fronte.

La cantante turca, tuttavia, in Italia, è stata conosciuta già prima della sua collaborazione con Ferzan Ozpetek. Ricordiamo che una sua canzone fece parte della colonna sonora dell’ingegnoso film horror Dellamorte Dellamore, opera di Michele Soavi, uscita nel 1994. Il brano della Aksu, Hadi Bakalim, leggermente kitsch ma coinvolgente, calza a pennello sulle scene macabre e grottesche ambientate in un cimitero

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > La musica di Sezen Aksu: colonna sonora dei film di Ferzan Ozpetek