Madonna: spettacolo e ritardi a Milano, ora live a Firenze

Può la più pop delle popstar stupire ancora dopo ben 35 anni di carriera ad altissimo livello? La risposta è affidata al MDNA Tour, in cui Madonna ne sta combinando di tutti i colori. Delle recenti provocazioni vi abbiamo accennato e anche ieri, all’attesissimo concerto di Milano, non è mancato qualche fuori programma. Nessun messaggio particolare, seno o sedere mostrato al pubblico, ma circa un’ora di ritardo per il via del concerto, anticipato dall’energica performance del Dj francese Martin Solveig.

A San Siro è volato anche qualche fischio all’indirizzo della ritardataria Madonna, ma con il via del concerto-show è sparito ogni malumore. Il merito è di uno spettacolo di vaietà puro all’interno del concerto, fatto di continui cambi d’abito, scenografie ricchissime, effetti speciali e coreografie con ben 15 ballerini scatenati. Per quanto riguarda la musica, copione rispettato con il live dedicato all’ultimo album MDNA, anche se i fan più grandicelli hanno potuto godersi hit senza tempo, riproposte nella versione originale o riarrangiate.

Non è mancata poi la canzone della polemica nei confronti dalla collega e rivale Lady Gaga: “Epress Yourself” che diventa “Born this way”. Insomma, un grande spettacolo, con qualche imperfezione giustificata dalle mille sfaccettature dello show. Dimenticato anche il ritardo iniziale di Miss Ciccone, forse delusa per il sold out solo sfiorato, ora si guarda alla terza e ultima data italiana: il 16 giugno a Firenze. Anche qui, biglietti ancora disponibili.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Madonna: spettacolo e ritardi a Milano, ora live a Firenze