Milano Jazzin’ Festival 2011: un cast ricco e varigato per l’estate milanese

Arcade Fire

Al Milano Jazzin’ Festival 2011 saranno rappresentati tutti i generi musicali e le contaminazioni più diverse: dal rock classico a quello più indie, dall’elettronica alla canzone d’autore italiana, dall’hip hop al pop al soul.

Si parte venerdì 1° luglio con Nick the Nightfly & Montecarlo Nights Orchestra, che apre il festival spaziando dal jazz allo swing; la prima settimana di programmazione vedrà alternarsi mostri sacri della musica come Ringo Starr (domenica 3 luglio) con la sua All Starr Band e Burt Bacharach (mercoledì 6 luglio) accompagnato per l’occasione dall’unico vero crooner italiano Mario Biondi, ad una variegata rappresentanza italiana, da Davide Van De Sfroos (sabato 2 luglio), reduce dal successo del suo ultimo album Yanez, al pianista Ludovico Einaudi (giovedì 7 luglio). A completare la prima parte di programmazione ci saranno gli Arcade Fire, band canadese vincitrice di un Grammy Awards 2010 per il miglior album, accompagnata da White Lies e Cloud Control.

Venerdì 8 luglio salirà sul palco dell’Arena Civica una leggenda del rock, Lou Reed, che ripercorrerà il suo repertorio degli anni 70; nelle serate successive sarà la volta di Afterhours (sabato 9 luglio), una delle band più influenti del rock alternativo italiano, Chicago (domenica 10 luglio) gruppo leggendario del rock americano e George Benson (lunedì 11 luglio), uno dei più raffinati ed eleganti chitarristi della scena mondiale. Martedì 12 luglio sarà la volta di un evento hip hop mai visto in Italia con Cypress Hill, Public Enemy ed House of Pain, mentre mercoledì 13 sarà un vero camaleonte della musica, Cindy Lauper, a calcare il palco del MJF. Si arriva su lidi più legati al jazz ed al funk con Stefano Di Battista (giovedì 14 luglio) e con i Soulbop (venerdì 15 luglio), un gruppo di musicisti superstar made in USA.

Vinicio Capossela ed il suo ultimo album Marinai, profeti e balene saranno protagonisti della serata di sabato 16 luglio, mentre lunedì 17 luglio torna al Festival un’altro grande personaggio della musica mondiale, Paul Simon, che presenterà il suo nuovo album, seguito da un altro gradito ritorno, l’Orquesta Buena Vista Social Club (martedì 18 luglio).

Le serate successive sono all’insegna della grande musica internazionale: si parte martedì 19 luglio con gli Skunk Anansie, che tornano a Milano dopo il sold out di febbraio al Forum di Assago, per arrivare ad una band icona degli anni 80 come i Duran Duran (sabato 23 luglio) passando per un eventi imperdibili come l’accoppiata Ben Harper e Robert Plant (mercoledì 20 luglio), la voce inconfondibile di Erykah Badu (giovedì 21 luglio) e le sonorità elettroniche di Moby (venerdì 22 luglio).

L’artista giapponese Gackt (domenica 24 luglio) e Carol Emerald (lunedì 25 luglio), salita alla ribalta con il singolo Back it up, saranno i protagonisti delle due giornate successive, mentre martedì 26 luglio sarà la volta dei Subsonica, reduci dal successo del nuovo album Eden e del tour primaverile. Mercoledì 27 luglio Petra Magoni e Ferruccio Spinetti presenteranno la loro Musica nuda al pubblico del MJF, mentre giovedì 28 l’hard rock sarà protagonista con l’arrivo di Slash, lo storico chitarrista dei Guns’n’Roses.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Milano Jazzin’ Festival 2011: un cast ricco e varigato per l’estate milanese