Morte di Whitney Houston tra mistero e ricordo di fan e colleghi

Whitney Houston

Una vita dedicata alla musica, il grande successo di “I Will Always Love You”, le difficili vicende legate alla fine del matrimonio con Bobby Brown e la causa legale con il padre e manager, John Houston, fino ai problemi di droga. Quella di Whitney Houston, artista tra le più apprezzate degli anni ’80, è senza dubbio una storia di alti ai massimi livelli e bassi altrettanto profondi.

La morte, avvenuta all’età di soli 48 anni e dopo un periodo altalenante, non era però nell’aria. A differenza di altri artisti “maledetti”, infatti, Whitney Houston non se n’è andata in solitudine, come è invece successo appena pochi mesi fa ad Amy Winehouse. La cantante è stata ritrovata sì in condizioni critiche in una stanza d’albergo, ma con lei all’hotel Beverly Hilton di Beverly Hills c’erano anche amici e parenti, compreso il compagno Ray J. All’indomani della tragedia, infatti, Whitney Houston avrebbe dovuto prendere parte a un evento legato ai Grammy Awards.

Mentre si indagano le cause della morte, ancora ignote, sono numerosi i ricordi commossi di fan e colleghi. Noi riportiamo quello postato via Twitter dall’italiana Elisa, grande fan di Whitney Houston: “Whitney … La regina… Se n’è andata. Ti ho ascoltata fino allo sfinimento. Stavo tutti i giorni almeno 2 o 3 ore a fare scale.. A perdermi tra le perle di note che facevi, i dettagli di perfezione ma bollente, la potenza di quelle note infinite. Grazie Regina… di essere passata di qui, su questa terra e di averci fatto conoscere il futuro del canto R&B. …Whitney… One Love”.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Morte di Whitney Houston tra mistero e ricordo di fan e colleghi