Musica Indipendente Italiana

musica_indipendente_jugo.it

Il termine indipendente deriva sopratutto dal fatto che gli artisti che creano questa musica, lo fanno individualmente, ovvero autoproducendosi, senza l’aiuto delle grandi case discografiche, le cosidette major“.

Essi creano delle piccole etichette indipendenti che con costi minimi si producono o cercano anche di produrre altri gruppi dello stesso tipo.

Questa musica mira a colpire sopratutto un tipo di persone underground, infatti perchè una persona lo ascolta ? Per il fatto che sà che quella sarà musica di qualità, una musica vissuta, molto libera, senza nessun tipo di restrizioni da parte di altri soggetti all’esterno della band, attenzione però essere prodotti da case maggiori non significa sempre necessariamente vendersi e produrre musica di qualità scadente, e solo che con le case maggiori e più difficile entrare nel mondo della musica e più facilmente si è vittima di manipolazioni sulla musica creata.

Di gruppi italiani c’è nè tanti, nati dal niente, solo dalla buona volontà di persone con voglia di suonare, con voglia di esprimersi, di mettersi in gioco, pur sapendo che la loro musica sarà per pochi, ma fortunati, quelle poche persone saranno la gradificazione per i tanti sacrifici e sforzi fatti.

Nella scena degli ultimi anni il genere cantautoriale si è molto diffuso soprattutto grazie ad artisti come:DenteLe luci della Centrale Elettrica, IosonouncaneAppino dei zen circus e molti altri, hanno uno stile molto simile, la differenza sostanziale e nei contenuti, infatti i testi son molto profondi, descrivono la realtà che li circonda enfatizzando ogni particolare positivo o negativo che sia, è una musica studiata ma anche istintiva, è espressione pura dell’artista da cui viene creata, è arte fatta musica, forse nella sua forma più cruda.

Esistono anche molte band, come gli C.S.I.e gli Afterhours agli inizi degli anni 90, a gruppi più recenti come gli Zen circus, gli Uochi Uoki e i Marta sui Tubi, questi ultimi dopo quasi dieci anni di attività sono riusciti a farsi conoscere e a diffondere il loro stile inimitabile, un folk in continua evoluzione, recentemente hanno partecipato anche a San Remo, per i fan più vicini questo gesto è stato visto come qualcosa di negativo, ma in realtà fu fatto solo per diffondere maggiormente la loro musica a un pubblico maggiore, essi infatti mantengono e continuano a mantenere la loro integrità.

Se volete avvicinarvi a questo genere fatelo, non ve ne pentirete, dategli tempo se non riuscirete ad apprezzarlo subito, ma se sei uno che se ne intende questo problema non esisterà neanche, buon ascolto!

 

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Musica Indipendente Italiana