Vasco Rossi e Ligabue: ratificata via Facebook la pace dei rocker

L'altra metà del cielo di Vasco Rossi

Poche settimane fa l’invito di Luciano Ligabue a Vasco Rossi, il cui il rocker di Correggio dava il benvenuto al Komandante in caso di una sua partecipazione a Italia Loves Emilia, il concerto benefico a favore delle popolazioni terremotate che si terrà il prossimo 22 settembre al Campovolo di Reggio Emilia. La mano tesa dal Liga e il Blasco che, quasi a sorpresa, la accoglie a suo modo: “Caro giovane Liga, non prendo impegni a lungo termine… ma tu tieni pronta una chitarra…”.

Già lo scorso 20 luglio, data di quel primo riavvicinamento, tutti si stupirono delle parole di Vasco Rossi, non tanto per la rivalità tra i due rocker emiliani, quanto più per la possibilità per un ritorno dal vivo del Komandante, da tempo assente dagli stadi per gli ormai noti problemi di salute. Ma quella frase, a distanza di circa due settimane, acquista ancor più valore per le precisazioni fornite da Vasco Rossi in queste ore, sempre attraverso la sua pagina Facebook: “È scoppiata la pace tra me e Ligabue. Adesso speriamo che scoppi la pace anche tra quelli che continuano a paragonarci. Liga è della nuova generazione. Io sono di un’altra ‘Epoca’. Metterci sullo stesso piano è come buttare nel cesso, dimenticare, 10 anni di miei sacrifici”.

Evidente il riferimento del Blasco al suo esordio, avvenuto negli anni ’70 e poi sbocciato nel successo degli ’80, e la maturazione artistica di Ligabue arrivata solo nei ’90. Altrettanto chiaro, complice anche un approfondimento di Claudio Bardi, che il Vasco-pensiero non ha mai espresso una vera rivalità con Ligabue, quanto un malessere dovuto al “paragone forzato”, così lo definisce lo stesso Komandante, con il collega.

Ora la pace c’è, sia questa la ratifica del “trattato del rocker” o il chiarimento con i giornalisti, e per Vasco Rossi va bene così. Il prossimo passo? Tutti si aspettano una sua partecipazione a Italia Loves Emilia a Campovolo, il prossimo 22 settembre, in quanto i fan del Komandante hanno voglia di rivederlo dal vivo. Gli oltre 60mila biglietti già venduti per il concerto-evento lo dimostrano, anche se non va dimenticato che all’aeroporto di Reggio Emilia sarà presente il gotha della musica italiana dei nostri giorni, ovvero: Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Ligabue, Litfiba, Fiorella Mannoia, negramaro, Nomadi, Laura Pausini, Renato Zero, Zucchero e, forse, Vasco Rossi.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Vasco Rossi e Ligabue: ratificata via Facebook la pace dei rocker