Vasco Rossi: lettera ai fan dopo l’annullamento dei concerti

Niente concerti a Torino, Udine, Bologna e ad Avellino. E’ questo la dura verità che emerge a seguito dell’ultimo check-up a cui Vasco Rossi si è sottoposto presso la clinica bolognese di Villalba.

Due mesi di assoluto riposo, quelli prescritti dai medici, che potrebbero però non impedire al rocker di Zocca di prendere parte alla presentazione, alla prossima Mostra del Cinema di Venezia, del film documentario “Questa storia qua”, di Alessandro Paris e Sibylle Righetti. Al momento, la sua partecipazione non è stata né confermata né cancellata e, con ogni probabilità, si deciderà solo all’ultimo.

E’ invece certo che gli ultimi concerti del tour 2011 non si terranno, almeno per il momento. Eppure il Blasco ci aveva creduto fino all’ultimo: “Se c’era una cosa che avevo voglia e bisogno di fare – spiega Vasco Rossi in una lettera ai fan -, era tornare un po’ sul palco! Questo stop forzato non ci voleva”.

Non manca lo spazio all’ironia: “Purtroppo svela che sono umano, non sono un supereroe indistruttibile e non cammino nemmeno sulle acque! Mi dispiace se qualcuno ne rimarrà deluso”.

Infine, un invito ed un arrivederci: “Guardate oltre l’orizzonte e saremo di nuovo insieme… Vi voglio bene, vi abbraccio e non vi deluderò… mai!”. Firmato Vasco.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Musica:

    Ancora nessun commento

JUGO > Musica > Vasco Rossi: lettera ai fan dopo l’annullamento dei concerti