Cannabis fino a 20 volte più pericolosa delle sigarette per i polmoni

Sigaretta

Dall’Olanda alla California, passando per i movimenti presenti in quasi ogni paese, la legalizzazione della cannabis è un tema d’attualità molto dibattuto, di quelli che dividono l’opinione pubblica. A sostegno del partito del No, nelle ultime settimane sono arrivati due studi che mettono in risalto gli effetti negativi del consumo di cannabis, sfatando quello che sembra un falso mito della “droga leggera” per eccellenza.

Se dello studio del Karolinska Institutet, dove si sostiene che con il consumo di cannabis il rischio di schizofrenia è più elevato di fino a 4 volte, vi abbiamo parlato appena una settimana fa, ora affrontiamo i risultati di una ricerca britannica, dalla quale emerge un netto aumento del pericolo di contrarre il tumore al polmone. I dati dello studio The Impact of cannabis on our lungs, pubblicati dalla British Lung Foundation, parlano addirittura di un rischio fino a 20 volte superiore per chi fuma Marijuana rispetto alle sigarette, già di per se elevato.

A differenza dei fumatori di “bionde”, inoltre, coloro che assumono cannabis non sono particolarmente consapevoli dei rischi a cui vanno incontro. Sempre secondo lo studio britannico, infatti, il 32% delle persone intervistate non ritiene che fumare cannabis sia pericoloso per la salute e la percentuale sale di ulteriori 8 punti per gli under 35.

“Risulta allarmante che, mentre nuove ricerche continuano a rivelare le numerose conseguenze sulla salute del fumo di cannabis, vi è ancora una pericolosa mancanza di consapevolezza del pubblico su come questa sostanza possa essere nociva – ha commentato Helena Shovelton della British Lung Foundation -. I giovani in particolare fumano cannabis inconsapevoli che, per esempio, ogni sigaretta di cannabis potrebbe aumentare le loro probabilità di sviluppare il cancro ai polmoni tanto quanto un intero pacchetto da 20 sigarette di tabacco”.

“Questo non è un problema di nicchia – prosegue la Shovelton – in quanto la cannabis è una delle ‘droghe ricreative’ più utilizzate nelle Università, con quasi un terzo della popolazione che ne l’ha almeno provata. Perciò abbiamo bisogno di una seria campagna per la salute pubblica, come quella che ha contribuito ad aumentare la consapevolezza dei pericoli del mangiare cibi grassi o del tabacco. Bisogna sfatare il mito che il fumo di cannabis sia, in qualche modo, un passatempo sicuro”.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Salute & Benessere:

    Ancora nessun commento

JUGO > Salute & Benessere > Cannabis fino a 20 volte più pericolosa delle sigarette per i polmoni