Carbodipendenza

carboidrati_jugo.it

Ormai si è diffusa. La dipendenza da Carboidrati è assimilabile alla dipendenza da sostanze stupefacenti come la cocaina. L’associazione fatta tra farina e cocaina non è poi così esagerata. La dipendenza a cui può portare l’assenza di carboidrati nella dieta giornaliera di alcune persone, porta agli stessi sintomi di irritazione, stress, nervosismo causati da una dipendenza da droghe.

I recettori del cervello che stimolano la richiesta di dopamina, un ormone prodotto dal nostro cervello per darci una sensazione di piacere di appagamento dopo aver mangiato, si comportano durante l’assunzione di carboidrati, come con la cocaina. Il desiderio ed il piacere ritrovato durante la nostra dipendenza da carboidrati comporta gli stessi sintomi portati dalle droghe per la loro assenza. E ciò causa situazioni di nervosismo incontrollato, portando a stress e malumore che riesce a coinvolgere anche chi ci sta attorno.

Un modo per combattere questa condizione e portare comunque il nostro organismo a produrre la dopamina è eliminare la sostanza che causa la dipendenza. Con una cura disintossicante, in grado di permetterci di ridurre man mano le dosi di carboidrato assunte giornalmente ed allo stesso tempo di sostituirle con alimenti ed attività sane al corpo in grado di ridarci nuovamente serenità e ritrovare il buonumore. Proprio con la produzione dell’ormone, la dopamina.

Per disintossicarsi dalla maggior parte delle sostanze stupefacenti si deve affrontare un percorso lungo varie settimane, e non fa eccezione farlo dai carboidrati raffinati come la farina bianca e riso bianco. Se avete raggiunto la condizione in cui il desiderio di mangiare pane, pizza o pasta non vi soddisfa mai abbastanza, è arrivato il momento di fare questo percorso. Il motivo che porta ad una dipendenza ha a che vedere con le sostanze presenti nell’organismo e che viaggiano dallo stomaco al cervello, il centro dove viene prodotta la dopamina.

Un buon modo per distogliere il cervello dalla richiesta di cibo è rimpiazzare gli ormoni come la dopamina con altri ormoni come l’ossitocina. Un ormone prodotto dal cervello per dare serenità e contrastare la nervosa richiesta di cibo. Un ottimo modo per farlo è fare sesso. L’attività sessuale stimola la produzione di ossitocina dando una sensazione di appagamento e di piacere che porta il buon umore. Quindi coccolatevi. Anche accudire un animale domestico può essere un ottimo modo per ritrovare serenità. Stessa cosa prendere il sole, porta ad una maggiore produzione divitamina D.

Il secondo passo è introdurre nella nostra alimentazione cibi sani che scongiurino il diabete, il colesterolo e l’obesità, come i cereali e farine integrali che sono carichi di fibre e ci saziano più a lungo. Una maggiore assunzione di frutta e di verdure. In questo modo ritroverete il sorriso su di voi e sulle labbra di chi ci circonda. Specialmente se seguiamo il primo consiglio, fare l’amore.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Carbodipendenza