Cellulari pericolosi? Ministero rassicura e lancia campagna per uso appropriato

Samsung Galaxy S II

La trasmissione di Milena Gabanelli non ha certo lasciato indifferenti gli italiani e nemmeno gli esperti del Ministero della Salute che, per stemperare il diffuso clima di allarmismo, è dovuto correre ai ripari con una nota ufficiale.

In particolare, dal Ministero viene citata la posizione ufficiale del Consiglio superiore di sanità che ha affrontato la questione dei rischi potenziali di uno “smodato uso di telefoni cellulari” nella seduta del 15 novembre.

“In linea con gli studi dell’Agenzia internazionale della ricerca sul cancro (IARC) e in accordo con l’Istituto superiore di sanità - spiega la nota -, il Consiglio superiore rileva che non è stato finora dimostrato alcun rapporto di causalità tra l’esposizione a radio frequenze e le patologie tumorali. Tuttavia le conoscenze scientifiche oggi non consentono di escludere l’esistenza di causalità quando si fa un uso molto intenso del telefono cellulare”.

Come spesso avviene in questi casi, quando regna ancora una velata incertezza, gli esperti tendono comunque a consigliare il principio di precauzione, soprattutto per quanto riguarda i bambini. Ciò si traduce “nell’educazione ad un utilizzo non indiscriminato, ma appropriato, quindi limitato alle situazioni di vera necessità, del telefono cellulare”. A tal proposito, il Ministero della Salute ha preannunciato che avvierà una campagna di informazione sulla base delle ultime relazioni degli organismi tecnico-scientifici.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Cellulari pericolosi? Ministero rassicura e lancia campagna per uso appropriato