Cicli di sonno e veglia fondamentali per il cervello degli adolescenti

Cervello

La notte è giovane, come si suol dire, ma meno intelligente per quei ragazzi che abusano della loro energia per stare spesso svegli fino a tarda ora. A sostenerlo è Chiara Cirelli, psichiatra italiana che lavora alla Madison School of Medicine dell’Università del Wisconsin, negli Stati Uniti.

La Cirelli ed il suo team, infatti, sono gli autori di uno studio sugli adolescenti che ha evidenziato gli effetti negativi dello stare svegli fino a tardi. Il rischio, spiegano gli studiosi, è quello di incappare in problemi durante la formazione dei circuiti cerebrali. L’osservazione riguarda le sinapsi che, in un periodo di sviluppo cerebrale come l’adolescenza, hanno bisogno di cicli regolari di sonno e veglia.

Secondo i ricercatori, il problema potrebbe poi aggravarsi qualora la mancanza di sonno diventi uno stato ripetuto nel tempo, fino a diventare cronico. Un successivo step dello studio dirà ai ricercatori se tale osservazione può essere vera. Lo studio della Cirelli è stato pubblicato sulle riviste scientifiche Nature Neuroscience e su Science.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Cicli di sonno e veglia fondamentali per il cervello degli adolescenti