Dalle staminali l’eterna giovinezza

staminali1_jugo.it

I ricercatori hanno lavorato sulle staminali del roditore e sono stati in grado non soltanto di fermare l’invecchiamento ma addirittura a renderne reversibile il declino. Per arrivare a questo risultato gli scienziati hanno messo nel suo organismo il cosiddetto “gene della longevità” o meglio una “fonte molecolare” dove le cellule del topolino, una volta trasferite, hanno ripreso il loro lavoro con grande vigore e  sono riuscite a rigenerarsi come succede nel cervello di un giovane.

Un cervello giovane è molto più plastico e, grazie a ciò, ha la facoltà di riparare i  propri danni in maniera molto più rapida di quello di un adulto che ha un ritmo estremamente più lento e perciò, con questa scoperta, si avrà la possibilità di recuperare le lesioni cerebrali come quelle provocate dall’ictus con conseguente perdita della memoria. Naturalmente l’obbiettivo di questa ricerca non è di trasformare un “vecchio signore” nell’aspetto di un giovane di 20 anni iniettando semplicemente nell’organismo le staminali ma di avere la possibilità di ritardare l’Alzheimer prelevando e conservando le nostre cellule staminali quando siamo giovani (20/22 anni) per poi usufruirne nuovamente verso i 50/55 anni solo ed esclusivamente per avere la possibilità di invecchiare bene in quanto queste cellule, già utilizzate a scopo terapeutico per alcuni problemi cardiaci, fanno sperare in un prossimo futuro in nuove applicazioni sempre più vicine a debellare le malattie degenerative che affliggono l’umanità.

La rivista scierntifica internazionale “Cell reports” ha dato il giusto rilievo a questa scoperta facendo conoscere la proteina della famiglia delle sirtuine ”Sirt3“, che svolge un ruolo decisivo nell’aiutare le vecchie cellule staminali del sangue a sconfiggere lo stress e aiutandole alla riproduzione di nuove aprendo, anche se tutto è ancora in via sperimentale sui topi, una finestra di speranza che in un futuro non molto lontano l’eterna giovinezza non rimarrà solo un’illusione ma si potrà, oltre che  fermare l’invecchiamento anche riportare il nostro cervello, prima appannato, riconnesso come in gioventù.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Dalle staminali l’eterna giovinezza