Fibromialgia: terapia con le acque termali

1359129293200_1433924440

E’ ormai ampiamente risaputo e dimostrato che le terapie termali (fanghi e inalazioni) diano sollievo e benefici nel trattamento, ma soprattutto nella prevenzione, di diverse patologie, tra cui

  • l’artrosi,
  • l’artrite,
  • i reumatismi,
  • la fibromialgia,
  • i dolori muscolari,
  • le otiti,
  • le bronchiti,
  • le infiammazioni dell’apparato oro-faringeo

e tanti altri disturbi legati all’apparato osseo e articolare.
Ma non solo.
Le terapie termali vengono effettuate anche in caso di dermatiti, torcicollo, tendiniti, fino ad essere impiegate (in alcuni casi e non in tutte le strutture) per contrastare psoriasi e altre manifestazioni cutanee conseguenti a stress, cattiva alimentazione ed errate abitudini di vita.

Particolarmente efficace, se effettuata in strutture e centri termali riconosciuti, dove operano medici specializzati, come nella maggior parte degli hotel termali di Abano Terme, la fangoterapia può essere molto efficace nel trattamento della fibromialgia.
Patologia di tipo reumatico, che interessa l’apparato muscolo-scheletrico e che colpisce principalmente le donne, la fibromialgia è stata (ed è tuttora) spesso curata attraverso farmaci antinfiammatori (con conseguente carico del sistema gastroesofageo) ed esercizi muscolari.

Le sue cause non sono ancora del tutto note, ma gli effetti più evidenti sono:

  • la dolorosità con cui si manifesta,
  • e la condizione di disagio ed invalidità che provoca in chi ne soffre.

Essa provoca infatti dolori muscolo-scheletrici che durano a lungo, si localizzano in alcuni punti del corpo (come le spalle e la zona cervicale) e che generano (oltre al dolore) contrattura e rigidità, anche nello svolgere i movimenti più semplici.
Ecco perchè la terapia termale (fangoterapia associata a bagni termali) eseguita spesso in associazione con altre tecniche non invasive, come lo yoga, l’agopuntura e la ginnastica dolce, rappresenta un valido supporto alla medicina tradizionale, che spesso non si può abbandonare, perchè la fibromialgia è una patologia cronica.
Di sicuro, attraverso cicli periodici di fangoterapia (due settimane di applicazioni ogni sei mesi) il paziente potrà ridurre sensibilmente l’uso di antinfiammatori e antidolorifici.

Abano Terme, fin dai tempi dei Romani, è conosciuta per la straordinaria efficacia delle terapie termali a base di fango (che matura in vasche speciali) ed acqua termale, che vengono effettuate all’interno degli hotel, in centri termali propri, a cui accedere direttamente dalla propria camera d’albergo.
Ecco perchè questa cittadina a due passi da Padovae poco distante da altre città meravigliose come Venezia e Verona, è diventata una meta ancora più completa, perchè oltre a godere di benefici dal punto di vista della salute, negli hotel 3 stelle ad Abano, l’ospite potrà

  • rilassarsi nei centri benessere,
  • nuotare nelle acque calde delle piscine termali, interne ed esterne,
  • svolgere attività fisica nelle palestre,
  • gustare l’ottima cucina,
  • fare escursioni nelle vicinanze (Arquà Petrarca, Praglia, Este, Monselice).

Il vostro benessere è al primo posto, e la vostra salute va preservata.
Sfogliate allora le offerte che gli hotel ad Abano Terme puntualmente propongono, e che diventano particolarmente interessanti in certi periodi dell’anno, come quello autunnale.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Fibromialgia: terapia con le acque termali