Giornata Mondiale Senza Tabacco: fumatori in aumento, cresce allarme

Lilt

Nonostante le campagne di sensibilizzazione sul problema del tabagismo ed il rincaro dei prezzi delle sigarette, la portata del “vizio” non accenna dunque a diminuire, tutt’altro. L’aumento dell’1% su base annuale significa, infatti, che in Italia ci sono oggi 500mila fumatori in più rispetto al 2010.

Secondo lo studio, realizzato da Doxa con ISS, Lilt e l’Istituto Mario Negri, la maggioranza dei fumatori è costituita dagli uomini (6,5 milioni), ma elevata è anche la percentuale delle donne (5,3 milioni).

Questi dati devono quindi far riflettere su un problema attuale e che, il prossimo 31 maggio, sarà al centro della Giornata Mondiale Senza Tabacco indetta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

Per il 2011, l’attenzione dell’iniziativa sarà sull’importanza della “Convenzione Quadro dell’OMS sul Controllo del Tabacco”, il primo Trattato per il controllo del tabacco che ha avuto l’adesione di oltre 170 Paesi. Il trattato riafferma il diritto di tutte le persone al più alto standard di salute e vincola i Paesi che vi hanno aderito con impegni precisi, tra i quali: proteggere le persone dall’esposizione al fumo di tabacco, informarle dei rischi che corrono in termini di salute, aiutare tutti coloro che vogliono smettere di fumare.

Per questo, dal 24 al 31 maggio la LILT torna nelle principali piazze italiane per sensibilizzare i cittadini su un tema così importante per la salute di tutti. Un evento che coinvolgerà le 106 Sezioni Provinciali LILT, i 395 punti Prevenzione/Ambulatori e migliaia di volontari per informare, consigliare e distribuire l’utilissima guida sull’argomento e cosa e come fare per smettere di fumare.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Salute & Benessere:

    Ancora nessun commento

JUGO > Salute & Benessere > Giornata Mondiale Senza Tabacco: fumatori in aumento, cresce allarme