Impianti all on four a Napoli: tutti i segreti del trattamento

impianti all on four dove trovare un dentista a Napoli

Una delle soluzioni più indicate per il ripristino della dentatura è rappresentata dalla tecnica dei 4 impianti + protesi fissa, nota anche con il nome di all on four: a livello implantologico, si tratta di una procedura molto efficace che prevede l’inserimento, all’interno dell’osso mascellare o dell’osso mandibolare della persona che si sottopone al trattamento, di quattro impianti in titanio: in questo modo, si può realizzare una base solida a partire dalla quale è possibile procedere con la successiva applicazione della protesi.

Il ricorso a impianti all on four, anche a Napoli, si basa su tre fasi differenti. Nel corso della fase preliminare, vengono estratti dalla bocca del paziente gli elementi dentali presenti in origine. Viene messa in pratica, quindi, una pulizia della zona orale, la quale è bonificata in vista dell’innesto implantologico successivo: la bonifica è fondamentale per garantire una riuscita impeccabile dell’intervento, e si basa sulla ripulitura totale delle porzioni ossee su cui gli impianti devono essere inseriti. Si effettua, inoltre, una scollatura della parte gengivale, in modo tale che vengono assicurati gli standard igienici più elevati, indispensabili per fare in modo che gli impianti si integrino in maniera corretta.

Dopo la fase preliminare, è la volta della fase intermedia: in questa circostanza, sull’emiarcata destra e sull’emiarcata sinistra della mascella o della mandibola vengono inseriti due impianti in coppia: si ottengono, in questo modo, due serie di impianti situati alla stessa distanza, che rappresentano la base per l’applicazione della protesi. Dopodiché, è il momento della fase finale: una volta che l’inserimento implantologico è stato portato a termine, la protesi che è stata creata in laboratorio viene applicata sul paziente: in particolare, la si ancora ai quattro impianti che sono stati inseriti in precedenza, in modo tale che si crei un tutt’uno insieme con l’arcata. In un primo momento, a essere applicata è una protesi di tipo provvisorio, che viene mantenuta per non più di quattro o cinque mesi; in seguito, essa viene sostituita con una protesi definitiva.

vantaggi che derivano dalla scelta di questa tecnica sono molteplici, a cominciare dal fatto che si tratta di un intervento non invasivo e, al tempo stesso, rapido: non dura più di 48 ore. Meritano di essere messe in evidenza, inoltre, la sua funzionalità e la sua bellezza dal punto di vista estetico. Gli impianti all on four, inoltre, sono indicati per i pazienti edentuli, cioè privi di denti, e sono in grado di durare molto a lungo nel tempo senza danneggiarsi.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Impianti all on four a Napoli: tutti i segreti del trattamento