Nu-Age: a Bologna si cerca la dieta ideale per gli anziani

Dieta

L’obiettivo del progetto consiste nel realizzare una dieta ideale che permetta agli over 65 di tutta Europa di invecchiare bene, prevenendo e combattendo i disturbi che solitamente si manifestano con l’avanzare dell’età.

Per raggiungere tale scopo, i ricercatori dell’Alma Mater si avvarranno di 1250 i volontari di età compresa tra i 65 e i 79 anni, i quali si dovranno sottoporre, per un anno, ad una dieta speciale. Nei successivi quattro anni, i dati raccolti saranno analizzati da scienziati, statistici, nutrizionisti ed esperti di marketing per mettere a punto cibi e combinazioni di cibi ottimali per la terza età.

Quali cibi entreranno a far parte della dieta di questi over 65 europei? La base è la dieta mediterranea, con una serie di “rinforzi” pensati ad hoc per le esigenze di un organismo anziano: tanta acqua e tanta frutta e verdura, latticini con aggiunta di vitamine D e B12. E ancora cereali per il giusto apporto di fibra e legumi per sostituire, almeno un paio di volte alla settimana, la carne. Pane, pasta e riso comuni saranno sostituiti con quelli integrali. Il tutto armonizzato secondo le consuetudini alimentari dei cinque paesi da cui proverranno i volontari: gli inglesi manterranno la loro tipica colazione abbondante e agli italiani non sarà negato un piatto di pasta.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Nu-Age: a Bologna si cerca la dieta ideale per gli anziani