La pasta a cena non è un tabù per la dieta: i carboidrati meglio di sera

Pasta

Spostando l’attenzione dalle “semplici” calorie e concentrandosi sulle proprietà dell’alimento in relazione al momento della giornata in cui esso viene consumato, gli studiosi dell’Università di Gerusalemme sono riusciti a sfatare il tabù della pasta a cena.

Pubblicato sulla rivista Obesity, lo studio ha preso in esame, per 6 mesi, le risposte fisiche di 78 volontari, uomini e donne con problemi di obesità. Divisi in due gruppi, i soggetti hanno seguito tutti la stessa dieta ipocalorica, differenziata solamente nella distribuzione dei cibi ricchi di carboidrati. Un gruppo, infatti, poteva assumerli nell’arco di tutta la giornata, mentre per l’altro erano off-limits fino alla sera.

Il risultato? Al termine dei sei mesi dello studio, il gruppo che aveva assunto carboidrati solo alla sera manifestava una maggiore perdita di peso: 11,6 kg contro 9 kg. Lo stesso gruppo mostrava inoltre una più marcata riduzione del girovita, così come migliori risposte in fatto di senso di fame, livelli di glucosio e colesterolo ed altri fattori “chiave” nell’analisi dell’efficacia della dieta. Stando alle conclusioni dei ricercatori, questi effetti positivi dei carboidrati a cena potrebbero essere dovuti ad una particolare risposta degli ormoni leptina e adiponectina. La ricerca israeliana sta destando molto interesse nella comunità scientifica e presto potrebbero nascere ulteriori e più approfonditi studi sull’argomento.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > La pasta a cena non è un tabù per la dieta: i carboidrati meglio di sera