Protesi seno: divieto per minorenni e registro interventi

Seno gonfiabile

La chirurgia estetica non è uno scherzo e di questo ne sono certi il Ministero della Salute e la Commissione Affari sociali della Camera che, nelle scorse ore, hanno giocato un ruolo di protagonisti nella trasformazione in legge del ddl che istituisce il registro delle protesi mammarie e vieta la mastoplastica additiva alle minorenni, almeno per quel che riguarda i soli fini estetici. La nuova legge, infatti, non riguarda i “casi di gravi malformazioni congenite certificate”.

Una novità molto attesa dai promotori della nuova legge, ma non solo, e che prevede sanzioni pesanti per i chirurghi estetici che trasgrediranno allo stop agli interventi sulle minorenni: si rischiano fino a 20mila euro di multa e soprattutto la sospensione fino a tre mesi.

Allo stesso modo, è stata ben accolta la novità dei registri nazionali e regionali per gli impianti di protesi, la cui necessità è stata avvertita dopo l’ormai nota vicenda delle protesi Pip. A cosa serviranno questi registri? Innanzitutto a monitorare clinicamente il soggetto che si è sottoposto ad intervento, grazie ai dati specifici e su larga scala, ma anche per l’assistenza e la ricerca scientifica. Al momento non sono ancora ufficiali le modalità di raccolta dati nel registro, ma sarà il Ministero della Salute a comunicarle entro i prossimi sei mesi.

1

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Protesi seno: divieto per minorenni e registro interventi