Terza età: computer e sport per mantenersi lucidi e attivi

Computer

Sempre più over vanno alla scoperta delle ultime frontiere di Internet e, più in generale, dell’elettronica. Quella che potrebbe sembrare una semplice curiosità però, nasconde risvolti tanto imprevedibili quanto benefici per la salute. Secondo un team di ricercatori della Mayo Clinic, capitanati da Yonas E. Geda del dipartimento di Psicologia e Psichiatria, l’utilizzo del PC nella terza età aiuta a prevenire l’insorgenza della demenza senile.

Realizzato su un campione di quasi mille persone, di età compresa tra i 70 e i 93 anni, lo studio ha evidenziato che l’utilizzo del PC, se combinato ad una leggera attività fisica, può dimezzare le possibilità di incappare nel declino cognitivo di grado lieve. In pratica, combinando tecnologia e sport il rischio scende dalla media del 38% al 18,3%, a tutto vantaggio della qualità di vita. Lo studio aggiunge un tassello tecnologico ad un vasto archivio di ricerche in cui si sottolineano i vantaggi di una vita attiva, sia a livello cerebrale che fisico, anche durante la terza età.

Appassionato di Salute & Benessere?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Salute & Benessere > Terza età: computer e sport per mantenersi lucidi e attivi