Viaggi & EventiRSS di categoria

Altre notizie Viaggi & Eventi

  • Terme di Riccione, autentica oasi di benessere

     flussi turistici dell’estate appena trascorsa sono un coinvolgente preludio alla stagione autunnale, che si preannuncia ricca di grande interesse da parte degli ospiti.

    Per chi decide di godere di Riccione e della riviera romagnola in un periodo ricco di atmosfera, come quello di fine anno, le opportunità di divertimento e relax, gli eventi,  sono tanti ed appassionanti.

    La Perla dell’Adriatico non teme rivali in fatto di ospitalità. Scegliere il proprio alloggio fra le strutture ricettive è facile e vi permetterà di fruire di un servizio impeccabile a partire dagli hotel Riccione 3 stelle.

    La passione per un elemento naturale come l’acqua offre occasioni stimolanti anche nel periodo più freddo dell’anno. Accantonati i bagni di sole e mare la stagione più fredda garantisce l’alternanza con le terme.

    Realizzate all’interno di un rigoglioso parco verde, con bellissimo affaccio sul mare Adriatico, le terme di Riccione rappresentano l’occasione perfetta per  rigenerarsi, coccolarsi e ridare equilibrio al corpo e alla mente.

    La struttura termale offre trattamenti e terapie esclusivi, realizzati con l’ausilio di   tecnologie mediche all’avanguardia.

    I benefici delle acque termali comprendono quelli sanitari ma vanno ben oltre considerando la sfera dell’equilibrio psicofisico e il benessere generale.

    Le terme di Riccione sono un’autentica oasi di benessere, il cui segreto è incastonato nelle 4 fonti naturali delle acque sulfuree salso bromo iodiche e magnesiache, filo conduttore dei trattamenti e dei prodotti cosmetici, che vantano proprietà leviganti, illuminanti e antiage, in grado di esaltare la bellezza del viso e del corpo.

    “Gli operatori professionisti e i medici della Riccione Terme sono a disposizione per consigliare i pacchetti più adatti alle esigenze e alle necessità di ogni ospite – sottolineano i responsabili delle Terme -.

    Il Percorso Termale Sensoriale è il vero cuore delle acque di Riccione Terme, un mondo ricco di proposte per stimolare corpo e sensi, ideale per ritrovare e mantenere energia, serenità e forma fisica”.

    Il percorso sensoriale esplora il benessere attraverso una sorta di cammino. Parliamo di 1500 metri  quadrati dove si possono svolgere tutta una serie di attività grazie alla presenza di quattro piscine a temperatura differenziata, una cascata termale, il grottino veneziano reso piacevole dai vapori termali e il grottino pompeiano, in grado di sfruttare il calore secco della luce.

    “Le Terme offrono cure convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale per le patologie respiratorie e dell’apparato uditivo, osteoarticolari, dermatologiche, dell’apparato gastro-intestinale ed urinario e del circolo venoso periferico – sottolineano i responsabili del team, conosciuti per l’alta professionalità che li contraddistingue -”.

    riccione-terme-gruppo
  • Cattolica si svela attraverso le immagini di ‘Incanto, con gli occhi del Cuore’

    Sono elementi quali l’armonia dei colori, la ricerca di suggestioni intense, la capacità di fissare in un solo scatto un sentimento od una sensazione, a caratterizzare le opere di Antonio Barbieri.

    L’artista romagnolo, andando ben oltre il solo aspetto esteriore, ha saputo immortalare Cattolica grazie ad uno sguardo attento e meravigliato, proponendo attraverso una serie di scatti fotografici la personalità più recondita della cittadina natia.

    Gli scatti che raccontano la Regina dell’Adriatico sono quelli della retrospettiva “Incanto, con gli occhi del Cuore”, la mostra fotografica parte integrante del Progetto Amando Cattolica, giunto alla VIII Edizione grazie al Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione  Emilia Romagna, della Provincia di Rimini, del Comune Città  di Cattolica.

    Venti gigantografie troneggiano nella storica Piazza 1 Maggio, nello spazio caratterizzato dall’arredo urbano che ruota attorno alla Fontana delle Sirene, disegnata dallo scultore forlivese Giuseppe Canalini nel 1928 e vessillo della Cattolica balneare.

    La mostra resterà aperta sino al 31 dicembre, concedendosi ancora al pubblico, che in questi mesi  ne ha sottolineato ed apprezzato l’alto valore artistico.

    “La mostra si inserisce in un respiro più ampio, il progetto “Amando Cattolica”, che da 10 anni ha collegato le immagini di Cattolica, Gradara e Gabicce Mare facendo conoscere all’Italia le sensazioni, gli attimi e le emozioni di questi territori e le immagini contenute nei libri di questo progetto sono presenti a Firenze, Bologna, Torino, Roma, Milano, Modena, Perugia, Arezzo, Venezia, Verona – spiegano i promotori dell’evento -.

    Il progetto ha come fine non solo il mostrare scorci e angoli suggestivi, propone infatti una prospettiva originale con la quale esportare un nuovo modo di osservare e vivere un luogo.

    Questa innovativa modalità di presentare un territorio porta con se l’osservazione delle tradizioni e dell’indole propria di quei luoghi, non solo turistica”.

    Antonio Barbieri, cattolichino doc, attraverso le sue immagini riesce a dar vita a tutta una serie di sensazioni “come un direttore d’orchestra che amalgama e uniforma con la sua sensibilità e maestria i panorami e i contesti di Cattolica”.

    A catturare l’attenzione del visitatore sono le suggestioni, l’armonia di colori e di impressioni “che descrivono il carattere della città di Cattolica catturato nei 20 pannelli”.

    La sensibilità dell’artista può essere considerata una sorta di trait d’union, in grado di unire ogni scatto in una visione d’insieme.

    Le immagini ci permettono di osservare più da vicino il mare e le tante nuances della cittadina, scoprire la luce ad ore diverse della giornata, l’operosità dei pescatori, i colori del tramonto, la tonalità dorata della spiaggia mossa dal vento.

    “In questi 10 anni di attività, il progetto di Barbieri oltre ad aver ottenuto numerosi e importanti riconoscimenti ha saputo coinvolgere associazioni di pregio – spiega l’entourage di Barbieri -.

    Amando Cattolica ha portato l’identità dei nostri luoghi, suscitando vivo interesse e affettuosi ricordi anche fuori dai perimetri della nostra città, della Regione Emilia-Romagna e dell’Italia arrivando anche nelle biblioteche estere”.

    Per chi decide di conoscere un po’ più da vicino Cattolica e la riviera romagnola può essere interessante scoprire informazioni a tutto tondo su  cattolica.info.

     

    spiaggia-playa-notte-600
  • Storia dell’aeroporto di Dublino

    Fáilte go dtí Aerfort Bhaile Átha Cliath“, cioè traducendo liberamente dal gaelico irlandese, benvenuti all’aeroporto di Dublino, struttura che secondo gli ultimi dati ufficiali diffusi, vede l’afflusso di circa 20 milioni di passeggeri l’anno. Da questa importante c ifra si può ben capire come l’areoporto di Dublino possa vantare una lunga storia e unagloriosa tradizione di collegamenti aerei con l’Europa e non solo.

    In seguito alla decisione del governo irlandese, nel 1936, di istituire una compagnia civile, cioè la storica Aer Lingus, fu fondato quello che è attualmente il nuovo aeroporto, situato a circa 10 chilometri a nord dalla capitale della Repubblica d’Irlanda è tutt’ora molto ben collegato, tramite rete stradale, con la città stessa.

    I primi lavori per la costruzione di questo aeroporto ebbero inizio nel 1937 e nel 1939 la struttura originale fu dotata di strade interne, di rete elettrica e di parcheggi. L’inaugurazione ufficiale avvenne però solo nella data del 19 gennaio 1940 quando da Dublino aeroporto partì un volo con destinazione Liverpool.

    Sempre nello stesso anno iniziarono diversi lavori sul terminal, progettato da Desmond Fitzgerald, aperto nel 1941, dotato di un design importante, che gli ha permesso di vincere il premio della Royal Hibernian Institute, cioè il Triennial Gold Medal. Il progetto fu stilisticamente influenzato dai diversi importanti voli transatlantici dell’epoca. Sei anni dopo, nel 1947, vennero aggiunte tre nuove piste in cemento.

    Gli anni ’50 furono il vero periodo d’oro, infatti il traffico aereo crebbe qui in maniera esponenziale e così la struttura fu soggetta a diversi lavori di ampliamento. La città irlandese divenne meta e luogo di partenza preferenziale per diverse compagnie aree, come ad esempio la Sabena, la British Airways e la Bks. Nel 1958 l’Aer Lingus decise di battezzare un nuovo collegamento transatlantico e i collegamenti con l’Europa continentale e con le Americhe continuarono a crescere, tanto che già nel 1969 da Dublino aeroporto transitarono 1.737.151 passeggeri, cifra davvero considerevole per l’epoca. La sua crescita in quel periodo sembrava inarrestabile, tanto che si arrivò a pensare che la struttura, nel decennio successivo, potesse arrivare a gestire un traffico annuale di 5 milioni di passeggeri, cosa che però non avvenne, almeno fino al termine degli anni ’80. Infatti solo nel 1989, anno in cui la struttura fu dotata di una nuova pista e di un nuovo centro di controllo, si arrivò a registrare 5,1 milioni di passeggeri.

    Negli anni ’90 vennero aggiunti nuovi edifici, come il Pier C e lo stesso Pier A, fu ristrutturato. L’ultimo arrivato, cioè il Pier D, fu inaugrato nell’ottobre del 2007, da allora è diventato area di imbarco per i voli di tipo low-cost, con 14 stand e gate. Attualmente l’aeroporto con più traffico di tutta l’Irlanda è sede di rotte a corto e medio raggio, alcune nazionali e una trentina circa dirette verso diverse città inglesi e del Vecchio Continente.

    Una curiosità è che la rotta Dublino – Londra sia a tutti gli effetti la seconda rotta internazionale con più traffico al mondo, superata solo dal collegamento aereo tra Hong Kong e Taipei. Dublino conta collegamenti con tutti gli aeroporti della vicina Londra, cioè Stansted, Heatrow, Gatwik, London City e Luton, a da qui si parte anche alla volta del Canada e degli Stati Uniti.

    Dublin_Airport_4_600x226
  • Perché visitare Forlimpopoli

    Un’immersione nella cultura e nella storia, con a tavola una delle più famose cucine italiane. Questi sono solo 3 dei molteplici motivi per visitare Forlimpopoli.

    Forlimpopoli
  • Un bagaglio a mano di qualità

    L’aeroporto è il luogo dove transita il maggior numero di valigie, che passano attraverso nastri trasportatori, metal detector, controlli rigorosi e a volte vengono anche smarrite e stoccate in polverosi depositi. Per questo è consigliabile che la vostra valigia sia resistente, capiente, facile da pulire e dotata di chiusure di sicurezza.

    Per chi ama viaggiare ci sono tanti modi per vivere a pieno e in maniera positiva ogni esperienza, e un bagaglio a mano di qualità è uno di questi.

    Scegliere un trolley o una borsa di qualità per i tuoi viaggi fa la differenza in tanti modi: dalla sicurezza dei tuoi beni personali allo sfruttamento ottimale degli spazi fino all’aggiunta di un tocco chic al tuo outfit.

    Chi ha detto infatti che l’aeroporto non possa essere un luogo per sfoggiare un look impeccabile? Chi ama la moda è ben felice di migliorare il proprio outfit in ogni occasione con ogni tipo di accessorio, e la valigia è uno di questi.

    La scelta è vastissima, tra forme, dimensioni, colori e modelli diversi, offerti dai brand di abbigliamento e accessori più famosi.

    Dal blu mare che riprende le tonalità delle acque della Sardegna al rosa dei tramonti tropicali in spiaggia, dal verde delle foreste svedesi al giallo della sabbia dei deserti africani, il mondo e le esplorazioni sono fonte di ispirazione infinita per colori e nuance che regalano un tocco in più al tuo bagaglio a mano e al tuo look da viaggio.

    Ma la valigia è molto più che un semplice accessorio; essa accompagna l’esperienza del viaggio come oggetto protagonista, che rende gli spostamenti più agevoli e permette di trasportare i nostri beni più cari. I modelli di bagaglio a mano sono diversi; si può optare per un trolley, comodo, maneggevole e capiente per gli amanti del comfort anche durante il viaggio, o per un borsone, che non può essere trascinato con le rotelle ma che è perfetto per chi non rinuncia a un accessorio di grande stile in nessuna occasione.

    Anche tra i materiali c’è l’imbarazzo della scelta: un trolley di materiale rigido è l’ideale per bagagli a mano che contengono oggetti di valore o fragili, mentre uno più morbido offre il vantaggio di poter essere riempito in comodità e di passare facilmente i controlli sulle dimensioni del bagaglio; di grande tendenza inoltre i trolley realizzati in materiale super leggero, per chi vuole sfruttare al 100% i kg del proprio bagaglio a mano senza rinunciare a sicurezza e qualità.

    bagaglio
  • Agriturismi italiani: perché sceglierli per le proprie vacanze

    Con la primavera alle porte, perchè non scegliere una vacanza in un agriturismo italiano?

    agriturismo italiano
  • Un Weekend benessere ad Abano terme

    Terme e Natura per ritrovare il giusto equilibrio del proprio corpo e del proprio spirito, il tutto concentrato in un fine settimana. Immagina di arrivare a destinazione e di essere ricevuto in un accogliente albergo, con personale cortese, in grado di regalarti un’atmosfera di casa e familiare; di trovare nella camera un soffice accappatoio che potrai utilizzare durante i trattamenti e iniziare con il primo degli appuntamenti programmati. Gli ambienti sono tutti permeati di una serenità addirittura contagiosa e magari la struttura che hai scelto è inserita in un giardino ben curato tutto da vivere.

    Il personale attento ed altamente specializzato è in grado di farti sentire a tuo agio e magicamente tutte le tensioni della tua frenetica vita quotidiana piano piano si allontanano.

    Tra un trattamento e l’altro potrai scegliere

    • se rilassarti in piscina, che tra l’altro è termale,

    • oppure leggendo un libro comodamente seduto su una panchina nel giardino dell’albergo, in totale tranquillità.

    Potresti fare una passeggiata nei dintorni, o fare attività fisica nella palestra attrezzata.

    Insomma tante sono le proposte e tante le opportunità in base alle tue esigenze.

    La cucina poi ti riserva delle piacevoli sorprese: uno chef e degli ingredienti sani e genuini pronti a solleticare anche i palati più esigenti, per farti assaporare i piatti tipici della cucina veneta. Molti alberghi hanno anche la possibilità di seguire le diete precise su richiesta degli ospiti, preparando le pietanze che tu desideri, soprattutto se hai allergie, intolleranze o se segui un regime alimentare rigido per un qualsiasi motivo.

    Occasioni di week – end potrebbero ad esempio essere:

    • un fine settimana all’insegna del romanticismo con trattamenti specifici per lui e per lei;

    • un programma settimanale ispirato alla primavera con trattamenti disintossicanti e rigeneranti;

    • un long weekend per la cura del corpo, con trattamenti estetici, sauna, bagno turco e idromassaggio;

    • un weekend di totale relax con trattamenti antistress, massaggi e coccole a tavola;

    • una settimana all’insegna della forma fisica, con trattamenti tonificanti, palestra, nordic walking e bicicletta.

    E’ molto importante trovare la struttura termale che risponda appieno alle tue esigenze, molto spesso una più ampia tipologia di trattamenti ed una struttura alberghiera a più stelle e con più servizi non implica necessariamente un prezzo troppo alto. Guardando bene in rete si trovano molte occasioni, magari al solo prezzo di un normale pernottamento a pensione completa.

    Sfoglia tra le numerose proposte dei vari hotel attrezzati con stabilimenti termali e con SPA, molti hanno dei portali internet correlati da foto e descrizioni. Scegli il pacchetto ideale per il tuo fine settimana alle terme all’insegna del relax e del benessere.

  • IL palazzo di Alcazar a Siviglia

    Il palazzo dell’Alcazar di Siviglia è situato nel centro della città vicino alla Cattedrale. All’origine era una fortezza dei Mori, riadattata a far data dal 1364 prima da Pietro I di Castiglia e poi da Carlo V che la trasformarono nella residenza del Re.

    Prende il nome dall’arabo al quasr (palazzo), che a sua volta deriva dall’etimologia latina castrum. È un bellissimo esempio di architettura mudéjar, combina culture e stili diversi (islamico, rinascimentale e gotico) ed è costituito da quattro parti:

    • il palazzo PedroI costruito nel 1364 (il palazzo più antico, in uso, in Spagna); vi si accede attraverso un vestibolo che dà accesso al Patio de las Doncellas che presenta porticati di archi decorati con stucchi e rivestimenti in ceramica. Il Salone degli Ambasciatori è la sala più prodigiosa di tutto l’Alcazar: risale al 1427 ed è riccamente decorata con stucchi e ornamenti moreschi.

    • la Casa de Contratacion o dell’Ammiraglio, fu loggia, borsa, casa per le contrattazioni negli anni successivi alla scoperta delle Indie; la stanza è ornata da ricchi arazzi a tema mitologico. La Sala de Audiencias è sormontata da un soffitto a cassettoni del XVII di grande bellezza.

    • il Palazzo di Carlos V è costituito da tre sale: quella degli arazzi della guerra di Tunisi, la cappella e il refettorio.

    • i giardini arabi, rinascimentali, barocchi e moderni si possono quasi considerare giardini botanici visto che si trovano magnolie, limoni, aranci, pompelmi, melograni, etc. Incantevole il Jardin de la Danza che deve il suo nome alle statue di una ninfa e di un satiro che sembrano danzare.

    Si tratta di uno delle attrazioni principali della città di Siviglia, in questo palazzo sono stati girati tantissimi film e serie televisive tra cui Game of Throne (conosciuto come Trono di Spade in Italia), precisamente la quinta stagione. Game of Throne 6 a Girona sarà invece la nuova città dove sarà girata la serie televisiva. Una visita è d’obbligo a questo palazzo reale per gli appassionati di questa serie.

    Raggiungere Siviglia non è difficilissimo e sono svariati i modi per arrivarci: aereo, treno, autobus o auto. Naturalmente gli ultimi due metodi dipenderanno molto dal punto di partenza e dai km che dovrete fare. Sono svariate le compagnie aeree low cost che vi permetteranno di raggiungere Siviglia spendendo poco: tra queste Vueling, Ryanair e Iberia.

    Real-Alcazar
  • Perché cambiare la valuta prima di partire per un viaggio

    La comodità di cambiare prenotare i soldi da casa e cambiarli in aeroporto prima di partire per un viaggio

    viaggi-monete_650x478
  • I mercatini di Natale a Merano

    Se cerchi l’hotel ideale per la tua visita ai mercatini i Natale, l’hotel Europa Splendid è la soluzione che fa per te!

    mercatini-di-natale-merano
  • Hotel a Modena: una scelta vincente

    Per un soggiorno all’insegna del relax e della comodità, Modena si rivela una delle scelte migliori

    esterno-dell-hotel
  • Vacanze enogastronomiche in Toscana: un trionfo di sapori tra relax e natura

    Sempre più persone scelgono le vacanze enogastronomiche. Questo tipo di soggiorni infatti permettono di esplorare e conoscere un territorio non solo visitandone le bellezze, ma anche assaporandone gusti e sapori.

    Un weekend o una vacanza enogastronomica sono un’ottima occasione per una fuga romantica senza dover disporre di budget eccessivi, infatti molte delle eccellenze di questo tipo di turismo si trovano proprio in Italia.

    E non è un caso che proprio la Toscana abbia fatto dell’enogastronomia il fiore all’occhiello del suo turismo: i vini toscani, le ricette di questa regione e le sue materie prime hanno infatti reso celebre la Toscana in tutto il mondo e continuano ad attirare ogni anno sempre più visitatori da tutte le parti del mondo.

    Il Chianti è sicuramente il cuore pulsante della tradizione enologica toscana: qui oltre al Chianti Classico si producono molti e pregiati vini famosi in tutto il mondo come il Brunello di Montalcino o il vino Nobile di Montepulciano.

    Attraverso i borghi medievali del Chianti ci si potrà perdere tra tramonti mozzafiato, paesaggi collinari meravigliosi e nella placida tranquillità delle campagne e degustare i vini locali facendo sosta in un’azienda vinicola o in una cantina per assaggiare le diverse etichette prodotte.

    Nel Castello di Brolio ad esempio, oltre a visitare la splendida e suggestiva struttura fortificata, è possibile visitare le vigne e scoprire i segreti della produzione del Chianti classico. Qui infatti il Barone Ricasoli ha codificato per la prima volta la ricetta di questo vino la cui fama è nota in tutto il mondo.

    A solo un’ora da Firenze invece si trova il borgo di Castelfalfi, scelto anche da Roberto Benigni per girare il suo Pinocchio. Il borgo si trova all’interno di una tenuta che ha interessato il recupero di un’area da tempo abbandonata in seguito all’urbanizzazione delle popolazioni. Oggi il borgo è stato ripopolato e molti casali sono stati riconvertiti a strutture alberghiere e abitative, mantenendo la suggestiva architettura del passato. All’interno della tenuta si possono visitare le vigne che producono pregiati vini toscani e osservare il frantoio che lavora le olive per la produzione dell’olio della tenuta e di altri produttori esterni.

    L’olio toscano infatti rappresenta l’altro prodotto di eccellenza di questa regione in cui territorio, cultura e sapori sembrano legarsi in maniera indissolubile. E come per il vino anche per l’olio sono tanti gli itinerari dedicati alla sua degustazione come La Strada dell’Olio dei Monti Pisani che si snoda dividendo la pianura pisana da quella lucchese e comprendendo i comuni di San Giuliano Terme, Buti, Calci, Vecchiano e Vicopisano.

    Insomma una vacanza enogastronomica è un’occasione per  godersi qualche giorno di assoluto relax e conciliare l’amore per la tradizione culinaria del nostro paese con un’esperienza a contatto con la cultura e la natura di questa splendida regione.

    castelfalfi-un-borgo-di-pace-e-gusto-L-rgUP30
  • Team Building nel cuore del deserto: vivi con il tuo gruppo una grande esperienza in Marocco!

    Fare team building è importante, ma anche affidarsi a professionisti del settore… specialmente per le esperienze in Marocco!

    viaggi-5
JUGO > Viaggi & Eventi