Europa League, l’Italia pensa in grande: Juventus, Napoli e Fiorentina tentano il colpo grosso

EUROPA LEAGUE

L’Europa League, si sa, non è mai stato il trofeo più ambito dalle squadre italiane. Troppo grande il fascino della Champions League, troppa differenza tra le due competizioni. E così le compagini nostrane impegnate nel torneo ‘minore’ hanno spesso snobbato l’impegno, con la conseguenza che il ranking per le squadre italiane ha subito una preoccupante inversione di rotta.

Quest’anno però le cose potrebbero – finalmente – cambiare. In Europa League infatti l’Italia può vantare un poker di assoluto spessore: Juventus, Napoli, Fiorentina e Lazio sono pronte a dare battaglia, con i primi tre club in particolare che sembrano davvero avere tutte le carte in regola per tentare il colpaccio.

La Juventus, dominatrice nelle ultime due stagioni in serie A, ha già le mani sul terzo scudetto consecutivo della gestione Antonio Conte. In Europa però i bianconeri hanno mostrato evidenti limiti, venendo eliminati in Champions League nonostante un girone tutt’altro che impossibile. Ecco allora che l’Europa League è inaspettatamente diventato un obiettivo della Vecchia Signora. I bookmaker danno la Juventus come favorita, considerando anche che la finale si disputerà proprio allo Juventus Stadium. Un motivo in più per provare ad arrivare fino in fondo. E con una rosa che può vantare calciatori del calibro di Buffon, Pirlo, Pogba e Tevez – tanto per citarne alcuni – l’impresa è assolutamente alla portata dei bianconeri.

Fari puntati anche sul Napoli di Rafa Benitez. I partenopei, così come la Juventus, sono stati ‘retrocessi’ in Europa League in virtù del terzo posto nel girone di Champions. Gli azzurri però, diversamente dai bianconeri, sono incappati in un gruppo di ferro con Arsenal e Borussia Dortmund e sono stati eliminati nonostante i 12 punti conquistati (non era mai successo nella storia della competizione). E ora i ragazzi del patron De Laurentiis vogliono regalare una gioia ai loro tifosi. Calciatori di esperienza internazionale ce ne sono (Reina, Albiol, Callejon e Higuain su tutti), l’urna di Nyon ha riservato un sorteggio abbordabile. Sognare non è proibito.

Al ruolo di sorpresa e outsider della competizione vuole però candidarsi la Fiorentina. Gli acquisti di Matri e Anderson nella finestra di mercato invernale hanno svelato le carte e rafforzato una rosa di per sè già competitiva: anche i Viola sono pronti a dire la loro. Peccato però che i ragazzi di Vincenzo Montella, qualora dovessero superare i sedicesimi di finale, rischiano di incontrare la Juventus già agli ottavi in un derby italiano assolutamente da non perdere.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Europa League, l’Italia pensa in grande: Juventus, Napoli e Fiorentina tentano il colpo grosso