F1 a Barcellona: Maldonado vince, Alonso secondo e leader campionato

Tra Fernando Alonso e il sogno di vincere la gara di casa c’è l’ennesima sorpresa di questo inizio di stagione. Stavolta è il venezuelano Pastor Maldonado, bravissimo con la sua rinata Williams a respingere gli attacchi del pilota spagnolo della Ferrari e ad aggiudicarsi il Gran Premio di Spagna dopo aver ottenuto la pole position. Ad ogni modo, Fernando Alonso non può lamentarsi, in quanto l’insperato secondo posto al Montmelò gli ha restituito una Ferrari competitiva anche sull’asciutto e il ruolo di leader nel campionato piloti.

“Questo secondo posto ha il sapore di una vittoria - ha commentato l’asturiano a fine Gran Premio -. Dopo aver finito la gara di Sakhir con un distacco di quasi un minuto dal vincitore oggi abbiamo doppiato una delle due Red Bull e abbiamo lottato fino alla fine per il primato. Inoltre, aver recuperato tanti punti nei confronti sia dei piloti della Red Bull che di quelli della McLaren rende il bilancio di questo fine settimana ancora più positivo”.

Alonso scende poi nei dettagli della gara, quando il sorpasso di Maldonado sembrava alla portata: “Alla fine della seconda porzione di gara c’è stato il momento chiave: Maldonado ha forse anticipato il suo pit-stop e noi siamo rimasti in pista ma abbiamo perso tempo dietro ad un doppiato (Pic, ndr)per un intero giro, anche perché c’erano le bandiere gialle nella parte finale del rettilineo. Poi, a sette giri dalla fine, ho improvvisamente perso aderenza nel posteriore: ho chiesto alla squadra se c’era qualcosa di rotto perché il comportamento della macchina è cambiato da un momento all’altro, senza una spiegazione. Nell’ultima fase comunque la Williams era ancora molto veloce e, alla fin fine, siamo stati anche fortunati a salvare il secondo posto dalla rimonta di Kimi Raikkonen”.

Sempre Fernando Alonso si dice soddisfatto del lavoro della Ferrari e, da leader del campionato, guarda alla prossima gara con rinnovata fiducia: il 27 maggio si corre il GP di Monaco e sarà ancora battaglia tra le curve strette di Monte Carlo.

“Eravamo arrivati in Spagna con il duplice obiettivo di fare un progresso in termini di prestazione e di rimanere agganciati al treno dei migliori con Fernando nella classifica Piloti: oggi pomeriggio possiamo dire che entrambi sono stati raggiunti - ha commentato Stefano Domenicali -. Peccato per Felipe, che è stato accompagnato dalla sfortuna durante tutto il fine settimana: ieri il traffico in qualifica, oggi una penalità che gli ha probabilmente impedito di finire in zona punti dopo che in partenza aveva recuperato tantissime posizioni”.

Già perché il momento buio di Felipe Massa (solo 15esimo sul traguardo) prosegue, con le qualifiche al di sotto delle aspettative ed una gara compromessa da un drive-through non troppo chiaro, comminato dai giudici al brasiliano della Ferrari e a Vettel per non aver rallentato con la bandiera gialla. Una penalità che ha lasciato perplessi i più, considerato che i due piloti non hanno compiuto sorpassi in quel frangente.

  1. Pastor Maldonado – Williams-Renault
  2. Fernando Alonso – Ferrari
  3. Kimi Räikkönen – Lotus-Renault
  4. Romain Grosjean – Lotus-Renault
  5. Kamui Kobayashi – Sauber-Ferrari
  6. Sebastian Vettel – Red Bull Racing-Renault
  7. Nico Rosberg – Mercedes
  8. Lewis Hamilton – McLaren-Mercedes
  9. Jenson Button – McLaren-Mercedes
  10. Nico Hulkenberg – Force India-Mercedes

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > F1 a Barcellona: Maldonado vince, Alonso secondo e leader campionato